Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 18 novembre 2018

Ricerca, l'Europa
premia un progetto
«targato» Verona

Un laboratorio di ricerca

Cinque ricercatori italiani, tre dei quali provenienti da università milanesi, sono stati premiati dal Consiglio europeo della Ricerca (Erc) con nuovi finanziamenti fino a 150mila euro per testare il potenziale dei propri progetti e farli sbarcare sul mercato.

 

Lo ha annunciato lo stesso Erc, che insieme ai 5 italiani ha premiato altri 45 ricercatori europei con un totale di 7,5 miliardi di euro. Gli scienziati che riceveranno lo stanziamento, assegnato tre volte l’anno, sono tutti già beneficiari di borse del Consiglio della ricerca, ma i loro progetti sono considerati particolarmente importanti in vista di un approdo sul mercato.

 

L’Italia è quarta fra i Paesi Ue per numero di ricercatori premiati: primi sono la Spagna e il Regno Unito (7), seguiti dalla Francia (6). Due delle 5 borse italiane vanno a progetti portati avanti dal Politecnico di Milano, uno dall’Università di Milano-Bicocca, uno dalla Fondazione Telethon e uno dall’Università degli Studi di Verona. Gli ambiti di ricerca sono i più vari e vanno da un nuovo metodo industriale per misurare la fluorescenza, alla produzione simultanea di astaxantina e Omega-3.