CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.07.2018

Paice, il batterista
dei Deep Purple
«ama la carbonara»

Ian Paice durante il pranzo all'osteria di piazzetta Scala
Ian Paice durante il pranzo all'osteria di piazzetta Scala

Ian Paice, il batterista dei Deep Purple (la storica band che lunedì si è esibita in Arena per il tour d'addio), non ha resistito al richiamo della cucina italiana ed è stato sorpreso in un locale del centro storico a pasteggiare con la sua compagna il giorno prima e il giorno stesso del concerto.

 

La foto rubata mentre attende la sua carbonara è finita sul profilo social dell'Osteria dal Cavaliere in piazzetta Scala, a due passi dall'hotel Accademia dove alloggiava il musicista. «Simpatico e alla mano, non si è innervosito quando qualche avventore gli ha chiesto un selfie con lui», racconta Patrizio Violante. «Era venuto il giorno prima del concerto a pranzo e aveva provato la carbonara e il giorno successivo è tornato dicendo che voleva di nuovo la "carbonara numero 1" facendoci capire che aveva particolarmente apprezzato il piatto».

 

Violante aggiunge: «Ha preso anche una caprese, peccato che non abbia provato un piatto tipico veronese!».  Paice si è poi informato su quale fosse il vino rosso tipico della zona: «Gli ho risposto che avrebbe dovuto provare il Valpolicella, ma mi ha detto che, pur amando molto i rossi, se l'avesse bevuto alla sera non sarebbe stato in grado di salire sul palco dell'Arena». Il batterista però non si è risparmiato con le birre: ne ha bevute tre piccole durante il pranzo! 

 

«Davvero garbato e per nulla "divo", mi ha ricordato molto l'atteggiamento di Cocciante venuto a pranzo da noi un anno fa. Solo che lui, parlando italiano, era un pochino più loquace!».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1