CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.02.2018

Medici in calo?
Coletto attacca
il Ministero

Luca Coletto
Luca Coletto

 «Mancano i medici? Lo urliamo da anni. Solo di ospedalieri, il Veneto ne ha chiesti 300 in più. La Regione finanzia 90 borse di studio all’anno, ma il nodo resta il Miur», a cui fanno capo gli atenei italiani, medicina compresa e le scuole di specializzazione. «In Veneto, il ministero dell’Istruzione non riesce a formare più di 6mila specializzandi l’anno». È questo che contesta l’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, quando sente parlare di penuria di camici bianchi come effetto dei pensionamenti a catena e del blocco del turnover. L’allarme lanciato dai sindacati dei medici di medicina generale e degli specialisti del Servizio sanitario nazionale riguarda tutte le province italiane (nella sola Verona la Fimmg stima la perdita di 200 medici di base da qui a sette anni) e, alle forze politiche che aspirano a governare il Paese, si contesta di non impegnarsi abbastanza sul tema della sanità territoriale.

 

«Quella della carenza di personale medico è una battaglia che combatto dal 2014», ribatte Coletto, «da quando ero coordinatore nazionale degli assessori alla Sanità e firmammo il Patto per la salute che propone di introdurre specialità parallele all’interno degli ospedali-hub regionali, a spese dei sistemi sanitari regionali. Il medico abilitato lavorerebbe e verrebbe pagato come funzionario, nel frattempo porterebbe avanti il suo percorso formativo sotto il «governo» del primario e alla fine potrebbe accedere al concorso per dirigente». 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1