CHIUDI
CHIUDI

06.02.2019

Khadija, chiesto
l'ergastolo
per il compagno

Khadija e il suo presunto assassino
Khadija e il suo presunto assassino

Ergastolo. Questa la condanna chiesta dal sostituto procuratore Giovanni Pietro Pascucci per Agim Ajdinaj, 51 anni, che la sera del 29 dicembre del 2017 uccise e poi smembrò, con l’aiuto del fratello Vezir, la donna con la quale per anni aveva vissuto.

Omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla crudeltà oltre a soppressione di cadavere le accuse per l’uomo con il quale Khadija Benckeich, 46 anni originaria del Marocco, abitava a Verona nell’appartamento del condominio al civico 56 di piazzale Olimpia. Distruzione di cadavere invece l’accusa per Vezir Ajdinaj, il fratello maggiore di 53 anni che per il pm aiutò Agim a liberarsi dei poveri resti della vittima. L’uomo venne arrestato nella sua abitazione di Milano a fine febbraio, e per lui la richiesta è stata la condanna a 6 anni. Hanno concluso tutti, il giudice deciderà tra un mese.

Fabiana Marcolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1