Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Infortuni sul lavoro
Il 2018 inizia male
ma dati in calo

Un elicottero del Suem 118

Il 2018 si è aperto male quanto a incidenti sul lavoro facendo registrare una vittima già i primi giorni dell’anno e una serie di eventi gravi che si è succeduta nelle ultime settimane. L’ultimo infortunio grave risale ad appena pochi giorni fa, lo scorso sabato, ed è accaduto nel quartiere fieristico tra gli stand in allestimento dove un operaio di una impresa esterna ha rischiato la vita per un incidente in cui ha riportato conseguenze molto serie.

 

Complessivamente, però, i dati sul lungo periodo sono incoraggianti e indicano che negli ultimi cinque anni c’è stata una discreta diminuzione degli incidenti sul lavoro. Si tratta, elenca l’Ulss 9 Scaligera, di un meno 10 per cento sia in termini assoluti, sia per quanto riguarda la gravità degli episodi. Nel 2017, tra città e provincia, le morti bianche sul lavoro sono state 9. Il settore maggiormente colpito dal fenomeno è quello dell’agricoltura, che ha mietuto ben 7 vittime. Con il 52 per cento del totale degli infortuni mortali registrati sul territorio dal 2011 ad oggi, infatti, quello agricolo si conferma il comparto più a rischio. Seguono l’edilizia, 20 per cento, e l’industria, 13 per cento.