CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.09.2018

È senza documenti, denunciato per le minacce ai poliziotti

Controlli della questura tra Borgo Roma e Golosine: identificate 150 persone, 60 con precedenti penali
Controlli della questura tra Borgo Roma e Golosine: identificate 150 persone, 60 con precedenti penali

Il giro di vite era stato annunciato mesi fa dal prefetto Salvatore Mulas, e in questo periodo, i controlli nei bar che di solito sono frequentati da persone che hanno precedenti o che fanno troppo rumore, disturbando i residenti, continuano. È anche un dispositivo antiterrorismo, perchè pur essendo calata l’attenzione dei media, non è certo diminuita quella delle forze dell’ordine. La questura, assieme all’unità cinofila della guardia di Finanza, la notte tra venerdì e sabato ha messo in atto svariati controlli tra via Centro, via Molinara, via Gaspare del Carretto e via Roveggia: dieci in totale i bar quelli sottoposti a verifica dagli uomini della polizia di Stato. I controlli a tappeto strategicamente messi a punto dalla questura scaligera, sono orientati alla prevenzione di ogni possibile turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica e al contrasto di qualsiasi forma di illegalità sul territorio veronese. L’operazione, che si è aggiunta ai servizi istituzionali già svolti in via ordinaria, ha avuto inizio alle 19 di venerdì sera e si è protratta fino a tarda notte: le aree di Borgo Roma e Golosine sono state passate al setaccio dagli agenti delle Volanti, della polizia amministrativa, dal Reparto prevenzione crimine e da un’unità cinofila della Guardia di Finanza e ha consentito, nel suo complesso, di identificare e controllare più di 150 persone, di cui 69 extracomunitarie e 60 pregiudicate. Tra queste, un veronese di trentuno anni è stato accompagnato in questura per finalità identificative poiché sprovvisto di documento d’identità e, a seguito, denunciato per il reato di minaccia a pubblico ufficiale. Lo stesso è stato inoltre sanzionato amministrativamente poiché colto in luogo pubblico in stato di manifesta ubriachezza. All’interno di uno dei bar sottoposti a controllo uno straniero di nazionalità marocchina è stato trovato in possesso di un coltello pieghevole di una lunghezza complessiva di 15 centimetri e, per questo motivo, denunciato. Nell’ambito dell’attività di osservazione e controllo, fondamentale è stato anche l’ausilio del cane antidroga che, all’interno di un locale, ha consentito di individuare un nigeriano di 24 anni in possesso di un involucro contenente 1,23 grammi di marijuana, poi sequestrato. L’uomo, cui è stato contestato l’illecito di detenzione di sostanze stupefacenti, è stato sanzionato amministrativamente. Un altro straniero originario della Nigeria è stato invece accompagnato in ufficio, in questura per la notifica di un rintraccio. Dai controlli effettuati presso gli esercizi pubblici sono altresì emerse alcune violazioni di tipo amministrativo che la divisione di polizia amministrativa della questura provvederà a notificare nei prossimi giorni. I servizi straordinari di controllo del territorio della polizia di Stato proseguiranno in maniera incessante nelle zone ritenute più a rischio al fine di garantire un maggior livello di sicurezza per i cittadini. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Vaccari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1