CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.01.2018

«Forse voleva liberarsi dei resti nel modo più veloce»

Tagliata per essere trasportata più agevolmente dal luogo in cui è avvenuto il delitto e per potersi disfare di quei poveri resti. Carlo Torre, uno dei più celebri medici legali, definito un «Maigret tra bisturi e microscopi» scomparso nel 2015, amava ripetere sempre che la morte è una «preziosa fonte di informazioni lasciate ai vivi per arrivare alla verità». I criminologi non hanno dubbi su questo, uccidere e poi fare a pezzi un cadavere può avere molti significati legati alla personalità dell’omicida ma la constatazione da cui partire è che lo smembramento è il metodo più semplice per disfarsi di un corpo. «Non conosco il fatto nei particolari ma solo dalle frammentarie notizie date in televisione», spiega il criminologo Roberto Possamai, responsabile dell’associazione nazionale esperti sicurezza pubblica e privata per le Regioni Veneto e Trentino Alto Adige. «Si potrebbe ipotizzare che volesse liberarsi del corpo nel modo più veloce, e per qualche motivo non ci sia riuscito, forse perchè aveva fretta o perchè è stato disturbato». I resti della quarantenne marocchina sono stati ritrovati, infatti, al limitare di una zona boschiva dove si trova anche il recinto di Pampero, il cavallo argentino di Cinza Zara. Non è escluso che l’omicida volesse addentrarsi nella boscaglia dove ci sono animali selvatici, il cavallo si è agitato, lui temendo di essere scoperto ha rovesciato il contenuto di uno dei sacchi e lasciato il resto prima di scappare. «Creda, la comunità è scossa da questa tremenda notizia, lo sarebbe ancor di più se si fosse trattato di una persona che viveva a Valeggio», il commento del sindaco Angelo Tosoni, «credo che abbia scelto un posto come quello, la zona di monte Mamaor, perchè è poco frequentata, è recintata e ci sono molti cinghiali. Un posto lontano probabilmente dal luogo in cui è avvenuto il delitto, per allontanare i sospetti». E resta il mistero. • F.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1