CHIUDI
CHIUDI

17.01.2019

«Fiera, servono
treni speciali
per i grandi eventi»

Un treno in stazione
Un treno in stazione

Un accordo tra Regione, Ente Fiera, Comune di Verona e Trenitalia per incentivare, attraverso l’istituzione di convogli speciali, l’utilizzo del treno da parte del pubblico che si reca nella città scaligera in occasione degli appuntamenti espositivi di maggior rilievo e partecipazione.

Lo ha proposto l’assessore alle infrastrutture e ai trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, intervenendo stamane all’inaugurazione dell’undicesima edizione di Motor Bike Expo, il salone internazionale della moto in corso di svolgimento a Veronafiere.

«I numerosi e prestigiosi eventi che organizza la Fiera di Verona e che richiamano un vasto pubblico nazionale e internazionale - ha detto De Berti -, sono per la città una grande risorsa e possono diventare un’opportunità per promuovere un virtuoso utilizzo del trasporto pubblico, favorendo un accesso più ordinato al quartiere fieristico e una miglior vivibilità dello stesso, a tutto vantaggio dei residenti».

«La soluzione è già stata sperimentata da Trenitalia in occasione di grandi concerti tenutisi in varie città italiane - ha spiegato - e, grazie all’accordo con gli organizzatori, è stato possibile istituire dei convogli speciali, evitando così il sovraffollamento di quelli regionali e i conseguenti disagi agli utenti e pendolari». «Intendo dare concretezza al più presto a questo progetto - ha aggiunto - e ho già anticipato agli interessati che convocherò a breve un incontro per definire gli aspetti organizzativi ed economici dello stesso. Se, come mi auguro, si rivelerà una soluzione efficace per la città, per i suoi abitanti, per i passeggeri, per la Fiera, - ha concluso De Berti - potremmo pensare di riproporla anche per manifestazioni importanti, come gli spettacoli in Arena, e in altre città del Veneto».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1