CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.10.2017

Fermato e rilasciato
esce dalla Polfer
e ruba due cellulari

Gli agenti della Polfer alla stazione
Gli agenti della Polfer alla stazione

Un cittadino del Gambia di 22 anni, in Italia senza fissa dimora è stato arrestato dagli agenti della polizia ferroviaria alla stazione di Verona Porta Nuova. Il giovane è stato fermato durante i servizi di vigilanza ai treni diretti al Brennero e poi Monaco; l’uomo era senza biglietto e mentre veniva accompagnato per l’identificazione ha tentato di disfarsi di un permesso di soggiorno e di una tessera sanitaria intestati ad un connazionale residente in Sardegna che aveva denunciato il furto dei documenti nella notte tra il 3 e il 4 ottobre nella stazione di Milano Centrale.

 

Il gambiano è stato perciò denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione nonchè invitato presso il locale Ufficio Immigrazione per definire la sua posizione amministrativa relativamente il soggiorno nel territorio dello Stato. Durante il fermo nelle celle di sicurezza della polizia ferroviaria, lo straniero ha continuato a tenere un atteggiamento violento ed ingiurioso nei confronti dei poliziotti.

 

Poco dopo essere stato rilasciato, la Polfer ha ricevuto la denuncia di una ragazza che aveva subito il furto di dei propri cellulari, proprio da parte di un extracomunitario che era appena uscito dagli Uffici della Polizia Ferroviaria. Il giovane è stato così nuovamente fermato, addosso aveva i due cellulari rubati alla ragazza. Il 22enne è stato arrestato per furto aggravato, in Tribunale il giudice ha convalidato l’arresto condannandolo a 2 anni di reclusione, pena sospesa.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1