CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.01.2018

Ecco le vie dove
sono stati decurtati
più punti nel 2017

Municipale in Corso Porta Nuova
Municipale in Corso Porta Nuova

Pubblicati i dati (in calo) sui punti decurtati agli automobilisti veronesi. 

Ecco nelle specifico alcune cifre sul lavoro della polizia municipale di Verona.

 

MARZO MESE DEGLI INDISCIPLINATI

Il mese in cui gli agenti hanno decurtato più punti è stato marzo (2.014), seguito da giugno e ottobre (entrambi con 1.968).

 

LE CAUSE

Tra le principali cause della decurtazione resta l’alta velocità (4.878 punti tolti), seguita dal divieto di sosta su stalli bus e invalidi (2.934 punti), dalla mancata precedenza (2.475 punti), dalla guida in stato di ebbrezza (1.900 punti) e dall'utilizzo del cellulare alla guida con 1.395 punti.

 

LE VIE DOVE SI COMMETTONO PIU' INFRAZIONI

Le vie cittadine dove maggiormente vengono decurtati i punti sono via Unità d'Italia (1.325) a causa delle velocità degli automobilisti, spesso sanzionati per l'alta velocità anche oltre i 100 km/h, e la tangenziale Nord (1.254) dove le punte di velocità raggiungono i limiti autostradali con 134 km/h, quando il massimo consentito nelle curve è di 70 km/h.

Al terzo posto corso Porta Nuova per le soste sulle fermate del trasporto pubblico, la cui violazione comporta la decurtazione di due punti-patente. Nel 2017 sono state oltre 150 le autovetture rimosse dal viale principale delle città con 400 punti-patente decurtati.

Toccate velocità elevate anche in via Basso Acquar (129 km/h), lungo la tangenziale Est, in via Vigasio e lungo via Bresciana, con valori tutti superiori ai 120 km/h, anche da motociclisti.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1