CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.09.2018

Dopo due anni terminati i lavori
Bubola battezza il «nuovo» Maffei

Si è tenuta oggi, martedì 18 settembre, la cerimonia di inaugurazione del Liceo Scipione Maffei, dopo i lavori di sistemazione dello storico istituto scaligero. Due anni di interventi, commissionati dalla Provincia, che hanno permesso di migliorare alcuni aspetti della sicurezza e di ricavare nuovi spazi destinati alle attività didattiche. Tra gli interventi in Aula Magna quelli del presidente della Provincia Antonio Pastorello, del Consigliere con delega all'edilizia scolastica David Di Michele, del sindaco di Verona Federico Sboarina, del dirigente scolastico del Maffei Roberto Fattore, di un insegnante e di due studenti del liceo.

 

Tra i rappresentanti della politica, delle forze dell'ordine, enti scaligeri e istituti bancari presenti, molti gli ex studenti, come ad esempio, il presidente del Banco Bpm, Carlo Fratta Pasini, la Sovrintendente della Fondazione Arena, Cecilia Gasdia e il cantautore Massimo Bubola, che ha suonato Fiume Sand Creek sul palco dell’aula magna. A presentare la cerimonia Roberto Puliero.

 

I cantieri al Maffei sono iniziati nel giugno del 2016 e hanno riguardato i controsoffitti dell’intero istituto, la palestra, l'aula magna e la copertura della scuola. Rinnovati sia gli impianti elettrici, sia i sistemi di illuminazione. Diversi gli interventi destinati alla prevenzione incendi. Infine, all’esterno, sono stati consolidati gli intonaci di facciata, i cornicioni in cemento, le cornici e le parti in pietra. Dei 2,6 milioni di euro di spesa, 840mila euro li ha messi a disposizione la Regione Veneto, il resto la Provincia di Verona.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1