CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.11.2017

«Car sharing flop disastroso. Restituite gli stalli ai residenti»

Soppressione del car sharing. Per l’associazione Vero Centro è «un flop annunciato. Lo avevamo previsto già nel 2015. Si liberino subito i posti auto inutilmente riservati al servizio non più operativo». Michele Abrescia, presidente dell’associazione che rappresenta e tutela residenti, esercenti, professionisti e artigiani del centro storico e che ha come finalità quella di rendere sempre più vivibile il cuore della città antica e migliorarne la qualità della vita, interviene sulla recente notizia della soppressione per mancanza di utenti del servizio di car sharing introdotto dalla precedente Amministrazione Tosi.

«Un’iniziativa disastrosa e inutile, un completo fallimento, con tempo, danaro pubblico sprecato e un progetto e una visione del centro storico totalmente sbagliati. Posti auto sacrificati per anni a scapito di residenti e non. La nostra associazione, già nel 2015, aveva evidenziato i limiti e i paradossi di questa iniziativa. Tra i risvolti negativi del car sharing, la possibilità di accedere in tutto il ristretto centro storico anche nei periodi di limitazione del traffico, con conseguente drastica riduzione del numero di parcheggi a disposizione di residenti e autorizzati, già pesantemente penalizzati dagli assalti caotici, disordinati e spesso incontrollati di orde di auto di cittadini non residenti e di turisti durante le feste e i mercatini natalizi. Senza dimenticare il pesante dazio pagato dai residenti per i plateatici di bar e ristoranti che per mesi sottraggono decine di posti auto».

Conclude Abrescia: «Tra l’operazione car sharing, i permessi serali e i plateatici sono stati sottratti circa 150 posti auto ai residenti, una situazione che va corretta. Rinnovando la disponibilità al confronto costruttivo ed al dialogo con i nuovi amministratori, auspichiamo che iniziative come queste abbiano sempre come obiettivo principale quello di non aggiungere traffico e inquinamento al già provato centro, senza ridurre i già pochi spazi per la sosta, e che vengano ripristinati gli stalli lasciati vuoti e inutilizzati per anni, generando una perdita di gettito per l’Amministrazione».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1