CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.10.2017

L’impresa degli scout
Nuova sede al Verona 6

Gli scout del gruppo Agesci Verona 6 all’inaugurazione, alla BiondellaZaffaina, secondo da sinistra, con don Alberto e gli  altri collaboratori
Gli scout del gruppo Agesci Verona 6 all’inaugurazione, alla BiondellaZaffaina, secondo da sinistra, con don Alberto e gli altri collaboratori

Gli scout che fecero l’impresa. Bambini e ragazzi. Lupetti e coccinelle, guide ed esploratori, rover e scolte, i loro capi e poi genitori e volontari. Un’unione di forze e di amicizia. Così il gruppo scout Agesci Verona 6 ha inaugurato alla Biondella, dopo quattro anni di lavori di ristrutturazione, la nuova sede in una casa di una corte, della parrocchia di San Pio X, guidata da don Alberto Carcereri, detto «Calbe», assistente scout.

I duecento ragazzi e capi del Verona 6, foulard giallo-verde, di Borgo Venezia - attivo anche a San Giuseppe fuori le mura e in Borgo Santa Croce - hanno coronato così il loro sogno. Locali rimessi a nuovo, ma non del tutto. Perché «ora saranno gli scout a vivere questi spazi, con ulteriori lavori», dice alla festa per il taglio del nastro Flavio Zaffaina, capo del Verona 6, coordinatore dell’impresa. Resa possibile con cene di autofinanziamento, con il 5 per mille, con un fondo Agesci, con benefattori e anche contributi di Agsm e Amia. «E con l’aiuto di Emma Stevanoni e altri amici come Paolo Combatti, Marco Cagliari e Giuseppe Campigotto».E.G.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1