CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.10.2017

Incontro sullo screening uditivo neonatale

Sabato, nell’aula magna del Centro Marani, si terrà una giornata di aggiornamento dedicata allo screening uditivo neonatale. Il convegno, a cura dell’Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Intergrata di Verona Borgo Trento, Centro di riferimento regionale per l’implantologia cocleare pediatrica sotto la direzione del professor Daniele Marchioni, e dell’Università di Verona, è rivolto a medici specialisti in Otorinolaringoiatria, Audiologia, Pediatria e Neonatologia, Medici di Medicina Generale, infermieri, logopedisti, audiometristi e audioprotesisti.

Durante la mattinata saranno analizzati, alla luce delle più recenti evidenze scientifiche, tutti gli aspetti diagnostici e clinico-riabilitativi che caratterizzano la sordità infantile, la quale interessa circa 1 su 1000 «well babies», i nati sani, ed una percentuale maggiore i neonati ricoverati nelle terapie intensive pediatrica e neonatale.

La sordità infantile rappresenta una patologia invalidante, ad eziologia multifattoriale, che comporta alterazioni permanenti nello sviluppo del linguaggio, con una grave compromissione del regolare sviluppo del bambino, se non diagnosticata e trattata precocemente.

Lo screening uditivo neonatale, attraverso l’impiego di metodiche elettro-fisiologiche, consente di identificare i soggetti affetti nei primissimi mesi di vita, per una presa in carico adeguata. I bambini sordi e le loro famiglie entrano quindi in un percorso caratterizzato da molteplici figure professionali, medici, logopedisti, audiometristi e audioprotesisti.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1