CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.02.2017

Il mercatino Coldiretti
va in via Todeschini

Il tratto di via Todeschini dove si sposterà il mercato a chilometri zero FOTO MARCHIORI
Il tratto di via Todeschini dove si sposterà il mercato a chilometri zero FOTO MARCHIORI

Guerra aperta tra Comune e seconda circoscrizione guidata dal presidente Filippo Grigolini, ex Lista Tosi e ora candidato sindaco del Popolo della famiglia.

Dal Comune arriva infatti una pepata replica dell’assessore Ambrosini sul problema dello spostamento del mercato a chilometro zero dall’ex Arsenale.

«Mentre nella seconda circoscrizione c’è chi perde tempo a lanciare accuse sui giornali per rimarcare la presenza di un problema, c’è chi, come noi, lavora e quello stesso problema lo ha già risolto e superato», attacca Ambrosini in merito alle polemiche sull’individuazione di un nuovo luogo dove svolgere il mercato a chilometri zero in concomitanza con l’avvio del cantiere per il recupero dell’ex caserma austriaca. «Posto che lo spostamento avverrà verosimilmente soltanto alla fine dell’estate», spiega l’assessore Ambrosini, «il luogo ideale per accogliere il mercatino è stato già individuato, a seguito di sopralluoghi congiunti che ho svolto personalmente insieme ai tecnici dei settori Commercio e Viabilità e ai rappresentanti di Veronatura, affidataria della gestione dei mercatini a chilometro zero di Coldiretti».

«La zona individuata è quella di via Todeschini, nel tratto compreso tra viale della Repubblica e via Generale Giardino, sul lato dei civici dispari», precisa Ambrosini. «La scelta è risultata ideale sia per la vicinanza con l’ex Arsenale, cosa che ha soddisfatto una precisa richiesta di Veronatura volta a garantire il mantenimento del successo dell’iniziativa, sia per il fatto che la presenza dei 20 gazebo e tre automarket previsti non incide sulla viabilità e non ostacola passi carrabili».

Si tratta di un tratto di strada aperto al traffico e con doppia fila di auto in sosta ma secondo l’assessore è la soluzione ideale perché «in questo luogo inoltre, anche una volta avviati i lavori di recupero dell’ex Arsenale, il mercatino potrà restare indisturbato senza risentire delle movimentazioni del cantiere».

Le altre proposte erano di occupare piazza Vittorio Veneto in giorni diversi dal mercato rionale o di disporre il mercatino lungo il viale alberato che dall’ingresso dell’ex Arsenale porta a Castelvecchio.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1