martedì, 12 dicembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

28.11.2017

Omicidio del b&b
Libero l'accusato
«Fu aggredito»

Libero. Non potrà vivere a Verona ma da ieri l’operaio portoghese di 37 anni che la sera del 31 agosto accoltellò a morte un collega è uscito dal carcere.

Lo ha deciso il gup.

Omicidio preterintenzionale l’ipotesi che gli viene contestata dal pm Valeria Ardito (che aveva dato parere negativo alla scarcerazione).

 

«Gli elementi ricavabili dagli esiti della consulenza tecnica sono tali da rendere compatibili le modalità con le quali è avvenuto l’accoltellamento», motiva il gup, «che ha riferito di avere dato la coltellata impugnando il coltello con la mano destra muovendo il braccio all’indietro». Cioè con la vittima alle su spalle. Soares ha sempre sostenuto di essere stato preso per il collo dal collega e trascinato verso un angolo della stanza e poichè stava soffocando ha preso il coltello e dato un colpo all’indietro.

Ha escluso la scriminante della legittima difesa: «la vittima non ha usato armi e l’indagato aveva forza a sufficienza per sottrarsi alla manovra di ”cravatta” e poteva chiedere aiuto» ma ha ritenuto che «le modalità del fatti inducono a ridimensionare ulteriormente la gravità del gesto». Libero ma non potrà espatriare.

F.M.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1