CHIUDI
CHIUDI

15.03.2019

Agsm, si dimette
il cda. E cade
il presidente Croce

Michele Croce, presidente di Agsm
Michele Croce, presidente di Agsm

È caduta la poltrona di Michele Croce, leader di Verona Pulita, da presidente di Agsm. Oggi si sono dimessi - inviando una email con posta certificata all’Agsm, al presidente del collegio sindacale e per conoscenza al sindaco Federico Sboarina - i quattro consiglieri di amministrazione Mirco Caliari, Maurizio Giletto, Francesca Vanzo, per la maggioranza di centrodestra, e Stefani e Sartori per l'opposizione, che sabato scorso avevano sfiduciato lo stesso Croce.

 

Decade dunque il cda e quindi anche lui - che non si è però dimesso - dalla carica di presidente. Croce oggi in conferenza stampa ha detto di non avere avuto alcun motivo per rassegnare le dimissioni. E il sindaco Sboarina ha replicato invece che è venuto a mancare il rapporto di fiducia del socio Comune, proprietario al 100 per cento di Agsm, nei confronti del presidente. Si riaprono, quindi, i termini per presentare candidature per nominare il nuovo cda.

E.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1