CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.12.2017

Nel piano delle opere rotatoria e nuova scuola

L’incrocio dove verrà realizzata la rotatoria
L’incrocio dove verrà realizzata la rotatoria

Zeno Martini La Giunta comunale di Oppeano ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche per il triennio 2018 - 2020. Per l’anno prossimo sono previsti 4,3 milioni di euro di investimenti nel settore urbanistico, a favore della sicurezza stradale e per fare una nuova scuola dell’infanzia, dove accogliere i piccoli del paese. «È evidente che i lavori verranno effettuati in base alle disponibilità economiche dell’ente locale», sottolinea il sindaco Pierluigi Giaretta, «ma la normativa rende comunque necessario inserirli nel Piano triennale delle opere pubbliche per poterli realizzare». Nel dettaglio, per il 2018 sono previsti, con un impegno di spesa di 655 mila euro, la realizzazione del nuovo ponte sul fiume Menago e la rotatoria in via Villafontana nell’omonima frazione, all’intersezione con le vie Crear e Ca’ dall’Ora. Tali interventi sono finanziati quasi totalmente dalla Regione Veneto, che contribuisce per 600 mila euro. La rimanenza, 55 mila euro, viene suddivisa tra i tre Comuni. È prevista la realizzazione di un’altra importante infrastruttura viabilistica, che garantirà maggiore sicurezza ai conducenti. Si tratta della realizzazione di una rotatoria in via Spinetti nella frazione di Vallese, in corrispondenza dell’uscita della statale 434, in prossimità dell’azienda Calzedonia Intimissimi. La rotatoria avrà un costo di 430 mila euro ed è stata pensata per garantire una migliore scorrevolezza del transito degli autoveicoli, oltreché condizioni di sicurezza ottimali nel pericoloso incrocio creato dai mezzi in uscita dalla Transpolesana. Prevede di riconfigurare gli accessi della superstrada, in parziale sostituzione agli attuali, secondo uno schema già concordato con l’Anas (l’ente gestore della superstrada) e la Provincia. A Ca’ degli Oppi è prevista la realizzazione di una rotatoria in via Cadalora (provinciale 21 di Villafontana) in prossimità dell’area antistante il cimitero, che avrà un costo di 548 mila euro. L’infrastruttura permetterà ai veicoli di accedere e uscire dalla superstrada in modo sicuro: la rotatoria a tre rami collegherà via Cadalora, via degli Oppi e la futura strada di immissione alla statale 434, garantendo maggiore sicurezza anche a ciclisti e pedoni. Per questo l’intervento è stato concordato con Anas e Provincia. Il progetto prevede la realizzazione di aiuole e di ulteriori tratti di pista ciclopedonale, tutta a fondo rosso, nelle vie Oppi e Cadalora: quest’ultima si collegherà alla pista già esistente che raccorda Oppeano a Ca’ degli Oppi. Infine, nel triennale è stata inserita anche la costruzione della nuova scuola per l’infanzia di Oppeano, che garantirebbe ai piccoli oppeanesi di poter usufruire di un edificio nuovo e a norma al costo di 2,7 milioni di euro. Il progetto è rimasto finora incompiuto a causa dell’ ingente costo e della mancanza di fondi; per la sua realizzazione sono già stati chiesti contributi agli enti superiori. Secondo quanto previsto nel progetto esecutivo, la nuova scuola dell’infanzia sorgerà in località Le Fratte e avrà una superficie complessiva di 2.077 metri quadrati. Sarà un edificio ad alta tenuta antisismica. La scuola sarà dotata oltre che della zona didattica, di una sala polifunzionale e dei relativi servizi, con un proprio giardino per le attività di gioco all’aperto. Il lotto sul quale verrà realizzata la materna sorge in adiacenza all’impianto sportivo e allo spazio di aggregazione e per manifestazioni che l’amministrazione comunale intende realizzare. «Se la nuova scuola materna del capoluogo otterrà il finanziamento richiesto, potrà essere immediatamente cantierata», conclude il sindaco Giaretta. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1