CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.12.2017

Isolina insegna ancora a ripudiare violenze sulle donne

Un’iniziativa significativa, nell’ambito la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, si terrà oggi. Si chiama «Isolina, una storia di tante» ed è stata promossa dall'assessorato alle Pari opportunità del Comune con con l’associazione «Isolina e…» di Verona, sodalizio per la prevenzione dei femminicidi. Collaborano all’evento anche la biblioteca e l’associazione AllegralaMente di Oppeano. Alle 16, nel punto prestiti della biblioteca di Vallese, si terrà un reading dal libro «Isolina» di Dacia Maraini, con letture di Annachiara Zanoli e, alla fisarmonica, di Alietamna Saba. «Sarà l’occasione per celebrare la Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne anche qui, per contrastare qualsiasi atto di violenza, fisico, psichico o sessuale che sia sulle donne», spiega l’assessore con delega ai Servizi sociali e cultura, Emanuela Bissoli. Il racconto di Isolina parla di Isolina Canuti, giovane veronese uccisa ai primi del Novecento da un capitano dell’esercito italiano perché non rimanesse traccia della sua gravidanza. Raccontando la storia di Isolina l’associazione veronese ospite a Vallese si propone di segnalare la gravissima situazione legata ai femminicidi e alla violenza perpetrata ai danni delle donne in Italia, per riuscire ad aprire un dibattito pubblico sulla necessità di un radicale cambiamento culturale dell’identità maschile e dei suoi modelli. «I femminicidi affondano le loro radici in comportamenti, linguaggi, credenze profonde di chi non accetta e non rispetta la libertà delle donne», commenta la consigliere comunale con delega alle Pari opportunità Isabella Rossini. Per altre informazioni sull’incontro di «Isolina e…» è possibile contattare l’associazione al numero 342.0478651. • Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1