CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.10.2017

Tutto il paese piange Patryk
Era diventato papà da tre mesi

Il punto in cui il ragazzo è uscito di strada con la sua auto morendo sul colpoPatryk Beltramini, morto a 20 anni in un tragico incidente
Il punto in cui il ragazzo è uscito di strada con la sua auto morendo sul colpoPatryk Beltramini, morto a 20 anni in un tragico incidente

Si svolgeranno giovedì pomeriggio, alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di Nogara, i funerali di Patryk Beltramini, il giovane di 20 anni morto nella notte tra sabato e domenica dopo essere uscito di strada in via Molino di Sopra, lungo la Statale 12, mentre era alla guida della sua Fiat Panda. Oltre ai genitori, Silvia e Alberto, e al fratello Kamil, il giovane nogarese lascia anche il figlioletto Gabryel nato poco più di tre mesi fa dalla relazione con Vanessa Manfredi di San Bonifacio. Un dramma nel dramma, dunque, con risvolti che cela anche una sorpresa inattesa per la famiglia dello sfortunato operaio.

«L’ultima volta che io e Patryk ci siamo visti», racconta l’ex fidanzata diciannovenne, «è stato lo scorso aprile. Lui sapeva che stavo aspettando un bambino ma quando è nato non lo ha voluto vedere e nemmeno riconoscere. Patryk non voleva prendersi questa responsabilità, forse perché era ancora troppo giovane come me, e ora che è morto vorrei che mio figlio fosse almeno accettato dalla famiglia di suo padre volato in cielo». Una notizia, quella del nipotino venuto alla luce pochi mesi fa, che ha stupito i genitori di Patryk. «Mio figlio», confida scosso Alberto Beltramini, «ci aveva accennato del fatto che forse sarebbe diventato padre ma poi non abbiamo più approfondito la questione perché il ragazzo era maggiorenne e ci ha assicurato che quando un giorno avesse deciso di affrontare questo problema ci avrebbe informato». «Noi», aggiunge il papà, «abbiamo parlato con la mamma di questo bambino solo il giorno dopo la morte di Patryk».

Intanto, la prematura scomparsa di Beltramini ha lasciato sgomenti l’intero paese e tanti amici del giovane, che vivono sparsi nel Veronese e che arriveranno numerosi a dargli l’ultimo saluto. I genitori hanno voluto compiere un gesto estremo di amore verso il loro figlio adottivo decidendo di donarne le cornee, le valvole cardiache e alcuni tessuti. Una scelta difficile quella di Alberto e Silvia Beltramini, che è stata presa subito dopo aver appreso della morte del loro ragazzo per permettere ad altre persone di poter vivere grazie a Patryk. Il giovane stava tornando a casa dopo una serata trascorsa sul lago con amici e con la sua nuova fidanzatina ma a circa tre chilometri da casa ha perso il controllo della sua auto finendo prima contro il guardrail e poi nel fossato. Dopo la cerimonia funebre la salma proseguirà per la cremazione.

Riccardo Mirandola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1