CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.12.2017

Prima tomba islamica nel cimitero del paese

La tomba del 48enne musulmano sormontata da un cippo  DIENNE
La tomba del 48enne musulmano sormontata da un cippo DIENNE

Riccardo Mirandola La salma di un bosniaco di religione musulmana è stata sepolta nei giorni scorsi nel camposanto di Nogara. Si tratta della prima tumulazione di un defunto non cristiano nel cimitero del paese e sicuramente nei prossimi mesi potranno esserci altre sepolture simili, sempre con l’autorizzazione dell’amministrazione guidata dal sindaco Flavio Pasini. La cerimonia funebre si è tenuta alla presenza di alcune decine di amici e parenti del defunto e dell’Imam del paese, che per la prima volta ha assistito alla sepoltura di un fedele islamico in un cimitero consacrato alla religione cattolica. Alla tumulazione hanno assistito sbigottiti anche alcuni cittadini che si erano recati a far visita alle tombe dei propri cari e che tutto si sarebbero aspettati di vedere tranne una cerimonia funebre con rito islamico. La notizia si è diffusa in paese tra l’incredulità generale. Al punto che in molti si sono recati appositamente al cimitero per verificare se la notizia fosse veritiera. La tomba del 46enne bosniaco si trova in una porzione di terreno nella parte vecchia del camposanto dove fino allo scorso inverno erano presenti vecchie lapidi poi tolte per scadenza dei limiti fissati dal regolamento comunale per le concessioni cimiteriali. Al posto della tradizionale croce è stato collocato un cippo in legno verticale con incisi il nome del defunto e la data di nascita. «Si tratta di una sepoltura temporanea», spiega il sindaco, «siamo in attesa che i parenti decidano se lasciare il proprio caro nel nostro cimitero oppure se trasferirlo altrove. Comunque sia è il segnale che facciamo parte di una società multietnica e con religioni diverse. Pertanto, dovremo abituarci anche a questo tipo di sepolture non cattoliche. Stiamo valutando, perciò, di individuare all’interno del cimitero un’area apposita dove poter seppellire anche cittadini che non professano la religione cristiana come appunto musulmani e ebrei». La presenza della tomba sta destando tuttavia più di qualche perplessità tra i nogaresi che avrebbero preferito una zona dedicata ai fedeli di altre religioni al posto di una tomba islamica al centro del cimitero. «C’era la necessità di dare sepoltura a questo uomo residente a Nogara», conclude Pasini, «mi risulta che anche in altri centri sia stato affrontato questo problema che diventerà sempre più diffuso». Fino ad oggi le salme dei defunti di religione islamica venivano portate nei loro Paesi d’origine costringendo le famiglie ad affrontare costi molto elevati per il trasporto e il funerale con il rito musulmano. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1