CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.10.2017

Da Migone a Rossini
Cartellone ricco
per la sala Comunale

Domani, alle 21, inizierà la nuova stagione, 2017-2018, del teatro Comunale. Una rassegna, quella organizzata dal Comune con «Teatro degli Angeli», che propone un cartellone in cui trovano posto la musica, il canto lirico ed il teatro nelle sue forme più varie.

Il debutto è affidato a Paolo Migone con «Completamente Spettinato», parodia della sua vita dove si affollano in chiave comica molti personaggi che terranno il pubblico inchiodato alle poltrone. Musica lirica, invece, sabato 28 ottobre, a cura di Mariarita Schenato, soprano, e Vittorio Zambon, tenore, nei «Duetti Amorosi», accompagnati al pianoforte da Maria Beatrice Boscaro. Per sabato 4 novembre è prevista la commedia «L’amore ai tempi dell’Ikea», a cura di Ars Creazione e Spettacolo: ritratto delle relazioni affettive di due giovani alle prese con le difficoltà quotidiane. Si parlerà sempre di amore l’11 e il 12 novembre, in «That’s not amore…abbasso l’amore», della Compagnia dell’Arca. Il 18 novembre si esibirà la compagnia Il Chiostro in «Una scelta non…chiara», mentre sabato 25 sarà di scena la danza con «Lo sguardo delle donne» di Chiamaladanza. Il ricco cartellone prevede inoltre l’arrivo grandi nomi come Giorgio Comaschi con «Ma te ci sei su feizbuk?», per il 20 gennaio, e di Malandrino e Veronica con «D.O.C. Duo organizzato comico», per il 17 marzo. Infine, il 28 aprile, «Girandole», musiche di Gioachino Rossini e la partecipazione straordinaria del soprano nogarese Sonia Corsini.

«Il programma che proponiamo», spiega Isabella Soragna, assessore alla Cultura, «è particolarmente ricco di appuntamenti, proprio perché desideriamo incontrare un pubblico sempre più vasto e soddisfarne esigenze ed attese. Crediamo che il teatro sia da sempre lo spazio in cui ogni spettatore possa sperimentare il sorriso, la riflessione, la musica. Ma il teatro è anche incontro, cultura e svago, motivo per stare insieme e condividere un "buon tempo". Il teatro è "terrà di tutti", in cui vanno in scena sogni, amori, vittorie e sconfitte: come nella vita».RI.MI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1