CHIUDI
CHIUDI

02.01.2019

Vola sul rondò, 23enne salvo per miracolo

L’auto condotta dal 23enne in mezzo al campo  in cui è piombata dopo aver urtato la rotondaLa parte anteriore dell’utilitaria in cui il 23enne di Angiari è rimasto incastrato dopo l’impatto
L’auto condotta dal 23enne in mezzo al campo in cui è piombata dopo aver urtato la rotondaLa parte anteriore dell’utilitaria in cui il 23enne di Angiari è rimasto incastrato dopo l’impatto

È letteralmente planato, al volante della sua Lancia Ypsilon, sulla rotatoria di via Paina, lungo la Provinciale 44 del Bussé che collega Legnago ad Angiari. L’impatto è stato talmente violento da diventare una rampa di lancio per l’utilitaria, che è atterrata, dopo un volo di alcuni metri, su un campo laterale, riducendosi ad un ammasso di lamiere. Tanto che, inizialmente, i soccorritori hanno temuto il peggio per D.R., un 23enne residente nel piccolo centro di destra Adige, che stava rientrando a casa dopo aver trascorso la notte di San Silvestro lavorando in un locale della città. Il dramma, fortunatamente, è stato solo sfiorato. Il ragazzo, trasferito in codice rosso all’ospedale «Mater salutis» per le ferite e i gravi traumi riportati nell’urto, non sembra infatti correre pericolo di vita. E dovrebbe cavarsela con alcuni giorni di prognosi. È stata una scena terribile quella che, ieri mattina, si sono trovati di fronte i vigili del fuoco e la polizia locale di Legnago precipitatisi sul posto, con il personale del 118, per prestare aiuto al giovane rimasto intrappolato nell’abitacolo della sua auto. Erano da poco passate le 7.30 quando alcuni conducenti in transito hanno notato la Lancia distrutta in mezzo al campo che fiancheggia la Provinciale, all’altezza della bretella d’innesto alla Regionale 10. Ed è partita subito la richiesta d’intervento. In base ad una prima ricostruzione - effettuata dal vice commissario del distretto di vigilanza «Basso Adige» Franco Adami, che ha coordinato l’intervento - il 23enne arrivava da via del Pontiere e gli mancavano ancora pochi chilometri per raggiungere la sua abitazione ad Angiari. Invece, giunto alla rotonda di via Paina, di fronte alla ditta Lunardi, D.R., anziché aggirarla ha proseguito dritto e l’ha saltata. A tradirlo potrebbe essere stato un colpo di sonno, una distrazione o un guasto meccanico. Anche se non si esclude l’ipotesi della velocità elevata. In attesa di appurare le cause della fuoriuscita autonoma, al momento l’unica certezza è che l’utilitaria si è piantata con il cofano sul cordolo della rotatoria. E, a quel punto, si è trasformata in una scheggia impazzita finendo sul campo adiacente dove si è fermata a ruote all’aria accartocciandosi. I pompieri hanno lavorato con le cesoie per estrarre dall’abitacolo il giovane, che era cosciente seppur in stato confusionale. Praticamente un miracolato di fronte a quell’auto ormai da rottamare. Il 23enne è stato poi trasferito in ambulanza al Pronto soccorso dove ieri sera si trovava ancora in Osservazione dopo essere stato sottoposto ad accertamenti che avrebbero comunque escluso gravi conseguenze. L’automobilista è stato sottoposto anche agli esami per accertare se viaggiasse sotto l’effetto di alcolici o di sostanze stupefacenti. Nel caso dovesse risultare positivo, in base agli esiti del test che verranno comunicati nei prossimi giorni al comando di via Matteotti, rischia una pesante sanzione amministrativa e persino la denuncia penale. Tutto dipenderà dal tasso alcolemico rilevato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1