CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.06.2018

Vincono i parchi e l’oasi due progetti «dal basso»

Verde in zona stadio, in quest’area sarà costruita l’oasi cani e gatti
Verde in zona stadio, in quest’area sarà costruita l’oasi cani e gatti

Fabio Tomelleri La riqualificazione dei parchi di Vigo e di San Pietro di Legnago, e la realizzazione, a Legnago, di un’«oasi» per gatti e cani randagi. Sono queste le due proposte premiate, attraverso il voto online, dai cittadini legnaghesi nell’ambito del «Bilancio partecipativo». I risultati della consultazione via web, a cui hanno partecipato 1.692 residenti dai 16 anni in su, sono stati comunicati martedì 19 giugno in municipio dal sindaco Clara Scapin, dal suo vice Claudio Marconi e dall’assessore alla Cultura Silvia Baraldi direttamente ai proponenti dei sette progetti depositati nei mesi scorsi agli uffici comunali. Pertanto, le due iniziative che verranno realizzate entro la fine dell’anno, grazie al fondo speciale di 80mila euro accantonato da Palazzo de’ Stefani , saranno «Abitiamo i parchi – Rigeneriamo le aree verdi», dell’importo di 60mila euro, che ha incassato 885 dei 3.384 voti espressi (ogni cittadino aveva diritto ad esprimere due preferenze), e «Peter Pan», l’oasi felina protetta e punto di ricovero per i cani vaganti di Legnago e frazioni, del costo di 60mila euro, che ha raccolto 560 preferenze. Per quel che concerne il progetto «Abitiamo i parchi», proposto dal gruppo Ideaparco, formato da Alberto Piva, Giovanna Tondini e Andrea Biondani, in collaborazione con associazioni e scuole di Vigo e San Pietro, l’intervento verrà realizzato nella sua interezza. «Il progetto», hanno evidenziato Piva e gli altri sostenitori dell’iniziativa, «prevede l’adeguamento dell’impianto di illuminazione esistente con lampade a Led, a basso consumo energetico a Vigo e a San Pietro, oltre a creare aree di gioco inclusive per i bambini e le loro famiglie, integrando la dotazione di attrezzature dei due parchi delle frazioni. Verranno predisposti spazi verdi adattati e strutturati ad ospitare in sicurezza attività didattiche all’aperto». In sostanza, la proposta di Ideaparco è di replicare a San Pietro, e in un prossimo futuro anche nelle altre frazioni legnaghesi, il modello di gestione già collaudato nell’area verde davanti alle scuole elementari di Vigo, curata con il coinvolgimento di genitori, insegnanti, residenti, associazioni e cooperative del paese. Per quel che concerne l’intervento classificatosi al secondo posto, l’oasi felina e canina «Peter Pan», proposta da «Una Cuccia per la Vita», Lega del Cane di Legnago e del Basso Veronese e dall’Arci cittadina, il Comune metterà a disposizione i 20mila euro necessari a far partire il primo stralcio dell’opera, prevista nell’area antistante lo stadio «Mario Sandrini» di Casette. «In questa prima fase», evidenziano le volontarie Giovanna Andreetto, Manuela Ferrarin e Loredana Vedovelli, «ci concentreremo per creare gli spazi destinati a gatti abbandonati trovati sul territorio, che negli ultimi anni sono diventati sempre più numerosi». Per gli altri progetti che si sono classificati dal terzo al settimo posto, ovvero l’osservatorio astronomico «Giovanni Silva», la ciclabile Terranegra-Legnago, «Bask8», «Porto 2.0» e la pista di pattinaggio per bambini di Vangadizza, il sindaco Scapin ha assicurato: «La nostra idea, in base alle risorse future, è che queste opere vengano tutte realizzate». «Al voto online», ha spiegato l’assessore Baraldi, «ha partecipato il 7 per cento degli aventi diritto, una percentuale alta rispetto ad altre città dove, ad iniziative analoghe, ha risposto il 4 per cento dei cittadini. La fascia che ha espresso più preferenze è stata quella tra i 36 ed i 45 anni, pari al 10 per cento del totale». •

Fabio Tomelleri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1