CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.06.2018

Torretta isolata dai mezzi pubblici Sale la protesta

Il ponte sul canale Emissario dove sono in vigore  limitazioni
Il ponte sul canale Emissario dove sono in vigore limitazioni

«Torretta è sempre più tagliata fuori dai servizi di trasporto pubblico». Ad oltre un anno dalla chiusura parziale, da parte della Provincia, del ponte sul canale Emissario, a causa delle condizioni di degrado della struttura, per i 140 residenti della più piccola frazione di Legnago rimane problematico raggiungere con i mezzi pubblici non solo il capoluogo, ma anche i limitrofi centri dell'Altopolesine. Tanto che, lo scorso settembre, oltre una ventina di genitori ha scritto al sindaco Clara Scapin per ottenere il ripristino del servizio di autobus da Torretta a Legnago, ricorrendo anche al «Pollicino». L'interruzione del passaggio dei bus dalla frazione, infatti, è la conseguenza delle limitazioni imposte nel febbraio 2017 dalla Provincia contestualmente all'istituzione del senso unico alternato sull'attraversamento fluviale. L'istanza dei cittadini, ad oggi, è rimasta lettera morta, visto che finora il Comune è riuscito soltanto ad ovviare alle esigenze dei ragazzi che frequentano le scuole del capoluogo, appoggiandosi ad associazioni come l'Auser per le trasferte. Al contrario, gli studenti delle superiori che si recano all'istituto d'arte della vicina Castelmassa (Rovigo) sono rimasti privi di tale servizio, visto che gli autobus, nel periodo scolastico, sono costretti a compiere una lunga deviazione che esclude il piccolo centro abitato legnaghese. A nove mesi di distanza dalla richiesta, pertanto, Patrizia Bressan e Luisa Ferrigato, coordinatrici della petizione, ribadiscono i problemi sollevati nella missiva dei mesi scorsi. «Quando», evidenziano, «a giugno dello scorso anno, in occasione della visita dell'amministrazione nella frazione, era stato sollevato il problema della sospensione del servizio dell'autobus di linea per la tratta Vangadizza-Torretta, ci era stato assicurato che il Comune avrebbe fatto il possibile per trovare una soluzione. Il 31 agosto 2017, poi, avevamo incontrato l'assessore Claudio Marconi, sperando di ricevere buone notizie, ma non siamo arrivati ad una soluzione del problema». «Anche se il numero dei ragazzi che usufruiscono del servizio delle corriere a Torretta può risultare esiguo, per noi familiari diventa essenziale avere i bus a disposizione, almeno per il periodo in cui i nostri figli devono frequentare le lezioni. Inoltre, le deviazioni del percorso penalizzano i numerosi studenti che, dalla provincia di Rovigo, si recano alle superiori di Legnago». Le residenti puntualizzano: «Sempre un anno fa era stata presa in considerazione l'idea, finora rimasta inattuata, di creare una via di transito alternativa, utilizzando il vicino ponte che porta alla banchina portuale e che risale ad una decina di anni fa, il quale può sopportare mezzi di portata superiore alle 200 tonnellate». «Ancor più assurdo», aggiunge Rolando Vedovelli, residente di Torretta e componente del sindacato Spi-Cgil di Legnago, «è il divieto di transito per cicli, moto e ciclomotori, imposto dalla Provincia sulla strada che dal ponte sull'Emissario conduce a Vangadizza, visto che ci sono residenti che usano i mezzi a due ruote anche per recarsi al lavoro nel capoluogo». «Siamo costantemente in contatto con gli uffici provinciali», risponde il vicesindaco Claudio Marconi, «affinché il rifacimento del ponte sull'Emissario parta quanto prima. Il finanziamento c'è, ora si tratta di attendere i tempi tecnici per avviare l'intervento. Sarà nostra cura sollecitare l'ente scaligero affinché sblocchi la situazione in fretta». Sull'attraversamento alternativo dell'Emissario, Marconi aggiunge: «Si tratta di un intervento temporaneo che verrà attuato una volta che inizieranno i lavori di rifacimento del vecchio ponte, allo scopo di non interrompere il traffico su quest'importante direttrice». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Tomelleri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1