CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.06.2018

Sosta a pagamento, sconti raddoppiati

Parcheggi a pagamento in centro a Legnago: scattano le agevolazioni
Parcheggi a pagamento in centro a Legnago: scattano le agevolazioni

I residenti di Legnago potranno parcheggiare a prezzi scontati anche la seconda auto nei 335 stalli blu sparsi nelle dodici vie e piazze del centro cittadino. Nei giorni scorsi, infatti, è iniziata la distribuzione dei «pass residenti», ovvero i tagliandi che permettono a quanti dimorano nelle strade e nelle aree dove sono presenti le piazzole di sosta a pagamento, di usufruire della tariffa di 25 centesimi per ogni ora di sosta contro i 50 centesimi chiesti per le prime due ore a tutti gli altri utenti. «Oltre a questi contrassegni», rende noto Luigi De Ciuceis, comandante del distretto «Basso Adige» di polizia locale, «gli abitanti delle vie interessate potranno usufruire di un’altra agevolazione. Ossia ottenere il rilascio di un secondo lasciapassare per ogni nucleo familiare dove sia usata anche una seconda vettura». I tagliandi, così come quelli degli abbonamenti mensili (da 30 euro) o annuali (da 300 euro), saranno disponibili alla tabaccheria «Zanella» di via Frattini. Nel frattempo, alcuni disagi sono stati segnalati da residenti e persone che lavorano in centro, riguardo i nuovi parcometri installati nelle scorse settimane nelle vie dove è in vigore la sosta a pagamento. «Con i vecchi apparecchi», evidenzia un professionista di via Cavour, «era possibile utilizzare una tessera ricaricabile ed usufruire della tariffa speciale di 25 centesimi all’ora riservata a residenti ed operatori del centro. Cosa che, purtroppo, non è più possibile fare ora. Infatti, quando mi sono recato alla rivendita incaricata del servizio, mi è stato risposto che era possibile acquistare la carta ricaricabile soltanto a tariffa intera, ovvero 50 centesimi all’ora». «Per noi», prosegue il cittadino, «il disagio è doppio. Non posso difatti girare tutti i giorni con un sacco di monete per pagare il corrispettivo in mancanza della carta. Inoltre, di fronte alle mie proteste, la rivendita autorizzata dalla società di gestione del servizio ha risposto che bisogna rivolgersi ai vigili urbani per queste questioni, e questo non lo trovo corretto». «Ovviamente», risponde il comandante De Ciuceis, «con il rinnovo dei parcometri, le vecchie schede non sono più compatibili. Tuttavia, se qualche utente non vuol fare ricorso alle monete in continuazione, può sempre acquistare un abbonamento, visto che con 30 euro mensili o 300 euro annuali può parcheggiare ovunque senza limiti temporali. Le tariffe applicate in città, inoltre, sono tra le più basse fra quelle richieste nei Comuni della nostra provincia».

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1