CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.10.2018

Premio «San Gabriele» Cittadinanza a Bogoni

Danilo Bogoni
Danilo Bogoni

Dopo l’apertura della 36esima mostra filatelica, dedicata quest’anno dedicata al centenario della Grande Guerra e agli avieri Aldo Finzi di Legnago e Giordano Bruno Granzarolo di Carpi di Villa Bartolomea, il Circolo filatelico e numismatico Sergio Rettondini di Legnago torna oggi al museo Fioroni con il Premio internazionale d’arte filatelica San Gabriele: riconoscimento assegnato ogni anno ai migliori francobolli del mondo a tema sacro. La cerimonia di premiazione avrà inizio alle 11, nella sala delle ceramiche della Fondazione, alla presenza del presidente del «San Gabriele», l’ex parlamentare e ministro delle Politiche Agricole Gianni Fontana, di quello del «Rettondini» Danilo Bogoni e del sindaco Clara Scapin. Anche in questa edizione, a scegliere i francobolli vincitori – che saranno rivelati però solo nel corso della cerimonia e premiati con la placchetta dello scultore Enrico Manfrini, da sempre simbolo del «San Gabriele» - è stato un collegio comprendente tra gli altri anche l’arcivescovo di Vienna, cardinale Christop Schönborn, e l’arcivescovo emerito di Trento, Luigi Bressan. Sarà invece una particolare «Annunciazione» a fare da filo conduttore alla mattinata. «L’opera», spiega Bogoni, «è nata all’interno del carcere di Bollate, a Milano, dove ha preso il via, in modo sperimentale, il progetto “Filatelia nelle carceri”. A cimentarsi con pennello, colori e tavolozza, sono stati i detenuti che frequentano il laboratorio Artemisia, gestito da Nadia Nespoli nel settimo reparto della Casa di reclusione e collegato al progetto “Scuola di pittura” dell’Accademia di Belle arti di Brera». Alla realizzazione dell’Annunciazione, ispirata ad un’opera di Mario Sironi, hanno contribuito 17 detenuti. L’opera è proposta nella cartolina ricordo del «San Gabriele» e nell’annullo con il quale Poste Italiane parteciperà alla giornata aprendo, dalle 9.30 alle 12.30, uno speciale ufficio al Fioroni. Per l’occasione, il sindaco conferirà la cittadinanza onoraria di Legnago al presidente dei filatelici Bogoni. «Se questo riconoscimento va alle persone che contribuiscono alla crescita della nostra città», anticipa Scapin, «Bogoni se lo merita pienamente. In questi anni, Bogoni ha portato avanti per Legnago iniziative culturali eccellenti, sempre con grande umiltà. Abbiamo ritenuto doveroso farlo cittadino onorario non solo perché è un pilastro della nostra cultura, ma anche per l’aiuto che ci ha dato nel farci riscoprire personalità importanti di Legnago che i cittadini non conoscevano, se non superficialmente». Bogoni, 73 anni, giornalista pubblicista originario di Castagnaro, ma da tempo residente a Milano, ha ricoperto e ricopre tuttora molti incarichi nel settore della Filatelia ed è apprezzato autore di saggi. •

Elisabetta Papa
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1