CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.10.2018

Nuova biblioteca «Gervasio Bellinato» L’apertura delle sale slitterà a gennaio

Il rendering della nuova biblioteca realizzata a Porto
Il rendering della nuova biblioteca realizzata a Porto

Cantieri in ritardo per la nuova biblioteca di Porto di Legnago. I lavori di realizzazione della sala di lettura intitolata a Gervasio Bellinato, iniziati lo scorso marzo, termineranno entro il prossimo 30 novembre. Ovvero con quasi quattro mesi di ritardo rispetto al cronoprogramma iniziale. La Giunta del sindaco Clara Scapin, infatti, nei giorni scorsi ha concesso all'«Immobiliare Ellegi» di San Bonifacio una proroga per ultimare l'intervento e collaudare l'edificio, costato 520mila euro, in fase di realizzazione da parte della stessa società, all'incrocio tra via Pio X e via Cairoli. La palazzina, una volta completata, verrà ceduta gratuitamente al Comune e consentirà al municipio di ripristinare il servizio prestiti cessato nel 2016 nella vecchia struttura di via Ospital Vecchio. Quest'ultima costruzione era stata abbandonata perché non più rispondente alle nuove normative sulla sicurezza. Secondo i patti originari, la società costruttrice avrebbe dovuto concludere e certificare la nuova «Bellinato», che si svilupperà su un solo piano ed occuperà 268 metri quadrati, entro lo scorso 2 agosto. La ridefinizione di alcuni aspetti tecnici del progetto, concordati con l'amministrazione, ha tuttavia allungato i tempi per portare a termine l'intervento. Per questo motivo, l'impresa ha deciso di chiedere alla Giunta più giorni per poter chiudere i cantieri. Dal canto suo, l'amministrazione ha fissato al prossimo 30 novembre la nuova scadenza, entro la quale la biblioteca dovrà essere terminata, secondo il progetto esecutivo approvato dal sindaco e dagli assessori già nella primavera del 2017. I residenti del popoloso quartiere di sinistra Adige, dunque, dovranno attendere ancora qualche mese prima di poter avere a disposizione la sala di lettura che, a pieno regime, contava 9.600 prestiti all'anno e 4.700 iscritti, residenti nel rione e nei paesi limitrofi. Riguardo al dilatarsi dei tempi di realizzazione della sala di lettura, il sindaco puntualizza: «Per la realizzazione di questo edificio c'è stato un confronto proficuo con la società costruttrice ed il coinvolgimento del Comitato della biblioteca Bellinato. Proprio grazie ai suggerimenti ricevuti, la ditta si è dimostrata disponibile ad apportare alcune modifiche, allo scopo di rendere più funzionale la costruzione». «Per questo», aggiunge il primo cittadino, «l'impresa ha dovuto reperire del materiale diverso da quello previsto originariamente. Pertanto, abbiamo ritenuto giusto concedere più tempo per consentire l'ultimazione a regola d'arte dell'opera». Scapin assicura, comunque, che il municipio sta marciando a tappe forzate per rendere operativa al più presto la nuova palazzina. «Mentre la ditta sta completando la struttura», evidenzia il sindaco, «noi stiamo procedendo con i nostri uffici per l'acquisto dell'arredo della futura sala di lettura. Inoltre, con il nostro personale, inizieremo a recuperare i volumi della vecchia sede di via Ospital Vecchio, già catalogati, per destinarli a quella nuova». Quindi il primo cittadino conclude: «Con il vecchio cronoprogramma puntavamo ad inaugurare la nuova Bellinato il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, allo scopo di fare un regalo speciale ai cittadini, soprattutto i più giovani. Ora, a causa della proroga, taglieremo il nastro ai primi di gennaio, possibilmente per la festa dell'Epifania». •

Fabio Tomelleri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1