CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.12.2017

«Giorgia mi vuoi sposare?» «Sì, sono 14 anni che aspetto»

La scenografia organizzata  dal futuro sposo al «Salieri» per chiedere la mano della sua compagna
La scenografia organizzata dal futuro sposo al «Salieri» per chiedere la mano della sua compagna

Elisabetta Papa Proposta di matrimonio davvero originale sul palcoscenico del teatro Salieri. Con tanto di standing ovation dei 600 spettatori presenti. Finale a sorpresa al «Gran Galà di Natale Uisp», che sabato scorso ha visto protagonisti nella sala di via XX Settembre, diversi gruppi di sportivi appartenenti a società della Uisp Sport per tutti di Verona. Al termine dello spettacolo, sold out già da diversi giorni, Giorgia Peloso, responsabile del settore danza del sodalizio, ideatrice e organizzatrice dell’evento, oltre che presentatrice della serata, ha ricevuto infatti un’inaspettata domanda di matrimonio dallo «storico» fidanzato Simone Susani, 46enne responsabile commerciale di Roverchiaretta, con cui convive ormai da 14 anni. Un finale col botto che la legnaghese Giorgia, 44 anni, insegnante alle primarie di Villa Bartolomea, non poteva di certo prevedere visto che era stata proprio lei a creare, punto per punto, tutta la manifestazione. Invece, complici il presidente della Uisp Verona, Simone Picelli, e diversi amici sparsi in platea - i quali, dopo averla costretta a scendere dal palcoscenico, le hanno consegnato dei cartelloni con delle lettere gigantesche invitandola poi a risalire per distribuirli agli amici - Giorgia, in abito nero da sera e tacco 12, si è goduta, tra il visibilio del pubblico, una domanda di matrimonio decisamente originale. Ciascuno degli amici si è infatti posizionato sul palco tenendo in mano una lettera e formando un gigantesco «Mi vuoi sposare?», che ha lasciato di stucco non solo la futura sposa, ma tutti gli spettatori. Il «pretendente» ha chiesto la mano alla sua bella in ginocchio, porgendole poi tre rose rosse: una per il passato trascorso insieme, un’altra per il futuro, ovvero per il matrimonio, e la terza per il presente, con tanto di anello a suggello della loro ormai consolidata unione. Per nulla commossa, Giorgia ha stupito e divertito tutti rispondendo con un semplicissimo quanto ironico «certo che ti sposo, sono 14 anni che aspetto». «In effetti», confida la 44enne, «non ci speravo più. Siamo insieme da tanto tempo e siamo andati a convivere praticamente qualche settimana dopo esserci conosciuti, comunicandolo alle nostre famiglie solo un anno dopo. Fin dal primo giorno, abbiamo condiviso qualsiasi cosa: dalla vita quotidiana alla passione per il ballo, che ci ha visto anche vincere sette titoli italiani e molti altri regionali di liscio unificato e ballo di sala, passando per lo sci e gli itinerari in bicicletta». «Per me Simone è stato un colpo di fulmine», prosegue Giorgia, «ho capito subito che era quello giusto e fin dal primo momento ho desiderato il matrimonio. Per questo, quando mi è arrivata la proposta l’ho presa con ironia. Visto che siamo in ambito sportivo, potrei dire che mi sono sentita come un’atleta che va finalmente a ritirare il premio più ambito». Sempre sabato scorso, ma in mattinata, il comitato Uisp, i volontari di Marathon Legnago, gli operatori del sorriso «Gli Scaltri», l’assessore allo Sport Tommaso Casari e il consigliere delegato alla Promozione sportiva Cristina Bisin, hanno consegnato al reparto di Pediatria dell’ospedale ovetti per il trasporto dei neonati, passeggini e seggioloni acquistati con i 500 euro raccolti nella camminata «Run for Kids» dello scorso 10 dicembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1