CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.02.2018

Foibe, ricordo e conoscenza di una tragedia degli italiani

Un convegno dedicato agli esuli istriani e alla tragedia delle foibe. Oggi, alle 16, in sala civica di via Matteotti, il circolo cittadino dell’associazione politico culturale «Progetto Nazionale» promuove la conferenza «Non c’è ricordo senza conoscenza». L’incontro, moderato dal referente locale Mattia Lorenzetti, è organizzato con l’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ed il gruppo culturale «Cristian Pertan» di Trieste. Tra i relatori interverranno Anna Rismondo, esule istriana e componente dell’associazione veneto-giuliana e dalmata, e Gabriele Bosazzi, vicepresidente del sodalizio «Famia Ruvignisa». L’evento è organizzato in vista del «Giorno del ricordo» del 10 febbraio. La ricorrenza nazionale fu istituita nel 2004 per commemorare le vittime delle foibe e l’esodo degli italiani dalle terre d’Istria, della Dalmazia e di Fiume, negli anni immediatamente successivi alla Seconda guerra mondiale. Rismondo porterà la sua testimonianza, essendo nata a Rovigno d’Istria, l’attuale città croata di Rovinj, e costretta a lasciare la sua terra d’origine all’età di 5 anni. Le vicende degli esuli della città istriana saranno ripercorse anche da Bosazzi, vicepresidente di «Famia Ruvignisa», associazione nata nel 1956 che raccoglie gli esuli di Rovigno sparsi in Italia e nel mondo, con il proposito di conservarne storia e tradizioni. • F.T.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1