CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.09.2018

Il coniglio di Matteo trionfa alla festa delle carni bianche

Al centro Matteo Fantin durante la cerimonia di premiazione del concorso gastronomico DIENNEFOTO
Al centro Matteo Fantin durante la cerimonia di premiazione del concorso gastronomico DIENNEFOTO

Il ristorante «Al Borgo 1964» di Palesella di Cerea ha trionfato al primo concorso gastronomico «A tavola con le carni bianche», che si è tenuto nella serata inaugurale dell’ottava edizione dell’omonima festa nel parco della settecentesca Villa Gobetti, a San Pietro di Morubio. Ai fornelli c’era il giovane cuoco Matteo Fantin, 21 anni, residente a Cerea, diplomato all’alberghiero «Medici» di Legnago. Dopo l’esame di Stato ha lavorato in alcuni ristoranti della zona e da un anno è il responsabile Camino del Borgo (ossia colui che prepara la carne alla brace nel camino a vista presente nel ristorante). Il piatto che ha presentato - coniglio alle erbette con salsa di Asiago al tartufo e crema ai mirtilli - ha convinto la giuria presieduta da Paolo Forgia, presidente della Federazione cuochi scaligeri. «L’idea di presentare questa ricetta», racconta Matteo, «mi è venuta pensando ad un piatto della tradizione che preparava spesso la domenica mia nonna Lina. L’ho rivisitato cercando di valorizzarlo con ingredienti del territorio. Ringrazio tutti i colleghi che mi hanno aiutato a preparare al meglio il piatto prima di presentarlo al concorso». Un altro premio intitolato alla «Tradizione» è andato invece all’agriturismo «La Cubana» di Cerea. Gli altri partecipanti al concorso sono stati: «Antico Casale» di San Pietro di Morubio; «Al Borgo di Bonavicina»; «La Vecchia Fattoria» di San Pietro di Morubio; l’agriturismo «Le Tre Rondini» di Legnago; l’«Hakuna Matata Brewery» di Cerea; il ristorante «Paglia e Fieno» di Cerea; e la risotteria «Dal Pape» di Bonavicina. •

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1