CHIUDI
CHIUDI

31.01.2019

Furgone travolge bicicletta, muore un 74enne

La scena dell’incidente accaduto a Villa d’Adige
La scena dell’incidente accaduto a Villa d’Adige

É finito in tragedia l’impatto tra un furgone e una bicicletta a tre ruote accaduto l’altro pomeriggio a Villa d’Adige, piccolo centro rodigino ai confini con Menà di Castagnaro. Lo scontro è costato infatti la vita a Felice Faccio, un ex mediatore immobiliare di 74 anni residente a Badia Polesine dove era conosciuto da tutti come Felicino, che ha cessato di vivere a distanza di due ore dall’incidente all’ospedale di Rovigo. Il pensionato si trovava in sella allo speciale velocipide, che è stato urtato dal Fiat Daily condotto da G.P., un operaio di 57 anni abitante a Castagnaro. Erano le 18 quando l’anziano stava percorrendo via Verdi, diretto verso il paese della Bassa, con il triciclo con cui si spostava abitualmente dopo aver rinunciato all’auto per problemi di salute. Improvvisamente - per cause al vaglio dei carabinieri della stazione di Badia Polesine intervenuti sul posto con il personale del 118 - il furgone, che viaggiava nello stesso senso di marcia, ha tamponato, durante un sorpasso, il triciclo all’altezza di piazza San Costanzo. L’urto è stato violento e il 74enne è stato sbalzato dalla sella ed è piombato a terra dopo un volo di qualche metro. Le condizioni di Faccio, soccorso immediatamente dal conducente del furgone e da altre persone in transito, sono apparse subito critiche. L’ex mediatore, che lascia la moglie Luciana e sei figli, è stato stabilizzato sul posto dagli operatori del Suem 118. Poi la corsa verso l’ospedale «Santa Maria della Misericordia» di Rovigo dove l’uomo è giunto agonizzante. I tentativi dei medici di strapparlo alla morte si sono rivelati purtroppo vani e il pensionato rodigino ha cessato di vivere verso le 20. Nel frattempo gli uomini del capitano Giovanni Truglio hanno completato i rilievi per accertare eventuali responsabilità. In base ai primi riscontri, il 57enne è risultato comunque negativo all’alcoltest. Sia il Fiat Daily che il velocipide, andato praticamente distrutto nello scontro che ha bloccato la viabilità fino all’ora di cena, sono stati sequestrati su disposizione del pm della Procura di Rovigo Sabrina Duò. La quale ha aperto un fascicolo per omicidio stradale e affidato l’incarico per l’ispezione cadaverica sulla salma del povero pensionato. La famiglia Faccio attende ora il nullaosta per fissare i funerali. •

Stefano Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1