CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.01.2018

Va a trovare un’anziana e poi dorme in ambulanza

Si rifugia dentro un’ambulanza della casa di riposo di Cologna per passare la notte, dopo aver visitato un’anziana ospite della «Cardo»: lo trovano al mattino intirizzito dal freddo. Il singolare episodio è accaduto al Centro anziani di via Cardo. Un uomo di circa cinquant’anni che risiede in una comunità di Verona è arrivato nel tardo pomeriggio di lunedì nella struttura. Non avendo l'auto, ha utilizzato i mezzi pubblici, sbagliando pure percorso, ma riuscendo comunque a raggiungere la città della Bassa in tempo per salutare una persona conosciuta un mese fa. Il cinquantenne, infatti, aveva messo piede per la prima volta alla «Cardo» in occasione del pranzo di Natale organizzato dal Cda della casa di riposo e aperto ai parenti degli ospiti. In quell'occasione, aveva accompagnato una donna che ha la madre ricoverata nella struttura. L'uomo si è affezionato all’ospite e ha deciso di tornare a farle visita per conto proprio. Una volta giunti all’istituto, ha trascorso una parte della serata in compagnia dell’amica e degli altri nonnini dell’Ipab. Poi, quando si sono spente le luci e gli ospiti sono andati a dormire, è stato invitato ad uscire dalla struttura. Sulle prime ha puntato i piedi, dicendo che voleva rimanere alla «Cardo» per la notte, tanto che gli operatori hanno perfino chiamato i carabinieri. Dopo varie insistenze, però, senza bisogno di far uscire i militari, l'uomo si è convinto ed è uscito. Il personale dell’Ipab pensava che fosse rientrato a casa, anche perché nessuno era a conoscenza della sua provenienza. Invece, il cinquantenne, vedendo che era calato il buio e non sapendo dove andare, ha provato ad aprire lo sportello di una delle ambulanze parcheggiate all'esterno. Il portellone non era chiuso a chiave, perciò l'uomo si è coricato sulla barella e si è addormentato. A causa delle temperature rigide della notte ha rischiato un principio di assideramento, ma fortunatamente è stato trovato in tempo dell'autista dell'ambulanza che al mattino l'ha soccorso e portato all'interno dell’Ipab, dove è stato rifocillato. Finalmente ha rivelato dove risiedeva, perciò i responsabili della «Cardo» hanno contattato la comunità che lo ospita ed un operatore è venuto a riprenderlo. P.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1