CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.12.2017

Premiati Manara, Scarato e Zucconelli

Da sinistra, il presidente Pastorello, l’assessore Avella, Manara, Scarato, Zucconelli e il sindaco Scalzotto
Da sinistra, il presidente Pastorello, l’assessore Avella, Manara, Scarato, Zucconelli e il sindaco Scalzotto

La trentatreesima edizione della festa del mandorlato «incorona» tre artisti veronesi conosciuti nel mondo, che sono pure tre amici di vecchia data. Ieri mattina, in una sala consiliare gremita, il sindaco di Cologna Manuel Scalzotto ha consegnato ai tre disegnatori Giorgio Scarato, Giancarlo Zucconelli e Milo Manara la medaglia d’oro «Cologna città del mandorlato». Per la prima volta, il riconoscimento ideato dal Comune, in collaborazione con i produttori storici del tipico dolce natalizio, va contemporaneamente a tre persone. «Se l’anno scorso avevamo puntato sull’abbinamento tra la nostra manifestazione e lo sport, visto che il nuovo palazzetto era stato da poco inaugurato, quest’anno abbiamo deciso di dare un taglio cultural-artistico all’evento», ha spiegato l’assessore alla Cultura Francesca Avella. Manara, peraltro, è ospite del restauratore colognese Paolo Orsolini, che gli dedica fino a domani la mostra «Arte e musica a volontà». La festa prosegue oggi e domani con la vendita promozionale dell’«oro bianco» di Cologna. Alle 15, in centro, decorazione degli alberi di Natale da parte degli alunni di materne, elementari e medie. Alle 19, aprirà lo stand gastronomico e alle 21 musical al teatro Comunale. Domani, in piazza Garibaldi, i madonnari dipingeranno opere a tema natalizio. Alle 10, rievocazione della vita ai tempi della Serenissima con gli Schiavoni veneziani e la Guardia nobile veronese. Alle 14, in via Minghetti, concerto del «Catfish Trio», mentre alle 16 l’archeologo Alberto Manicardi illustrerà in sala consiliare i risultati degli scavi in piazza Duomo. Alle 16.30 degustazione gratuita di mandorlato caldo in piazza del Mandamento e alle 17.30, in minicipio, concerto del pianista Francesco Carletti. All’ex Monte di pietà, Giulia Sbabo ed Alberto Ghiotto espongono fino a domani calcolatori dell’«Era analogica». • P.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1