CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.02.2018

Lotteria estratta in farmacia Una coppia salpa in crociera

Il totem elettronico che rilascia i punti dopo gli acquisti DIENNEFOTO
Il totem elettronico che rilascia i punti dopo gli acquisti DIENNEFOTO

Ma chi l’ha detto che per viaggiare servono tanti soldi e l’aiuto di un’agenzia specializzata? A volte, basta varcare l’uscio di una farmacia. Grazie ad un acquisto di soli 11,90 euro, nella farmacia Centrale di piazza Garibaldi a Cologna, Elide e Luciano Milani, una coppia di coniugi della città del mandorlato, salperanno a giugno su una nave da sogno, con una cabina con balcone riservata, per solcare il Mar Mediterraneo e visitare isole e nazioni che vi si affacciano. Hanno vinto la crociera grazie ad una tessera che la titolare della farmacia, la dottoressa Daniela Marchesin, ha consegnato loro, e a tutti gli altri clienti che ne abbiano fatto richiesta. Un anno e mezzo fa, infatti, la farmacia ha deciso di associarsi ad «Uniclub». «Si tratta di un programma che premia la fedeltà del cliente e permette di ricevere regali accumulando punti attraverso gli acquisti effettuati nelle farmacie associate, come la nostra», spiega la farmacista. Ovviamente le spese devono riguardare prodotti che non rientrano nella categoria dei farmaci. Nel caso dei coniugi Milani, in realtà, non si è trattato di un regalo ottenuto per la quantità di punti accumulati, bensì dell’adesione ad una lotteria che il circuito «Uniclub» propone due volte all’anno, con una spesa minima di 10 euro. «Ho dovuto insistere per convincere la signora Elide a tentare la fortuna, era abbastanza sfiduciata», ricorda Marchesin. «Quando ha scoperto di aver vinto la crociera, lei che ama così tanto viaggiare con il marito, era fuori di sé dalla felicità». Elide è solo una delle decine di persone, non solo di Cologna ma anche dei Comuni limitrofi, che hanno potuto sfruttare le opportunità offerte dalla raccolta punti. È noto come per stare bene non sia sufficiente curare le malattie, prevenire i malanni di stagione, interpretare i sintomi del malessere che una persona prova. La salute viene da un fisico e da una psiche sani certo, ma anche dallo stato di benessere complessivo dell’individuo. Per «stare bene» è utile dunque vivere emozioni positive, divertirsi, allontanare fatica e stress. «E soprattutto sorridere», aggiunge Marchesin. I benefici della «terapia del sorriso», introdotta da Patch Adams negli anni Settanta, sono stati testati sui pazienti in anni di sperimentazioni e ricerche. E la farmacista di Cologna lo sa benissimo. «Quando un cliente entra in farmacia il mio primo dovere è ascoltarlo, dare il miglior consiglio che posso in base agli studi che ho fatto e alla mia esperienza, ed aiutarlo a guarire», afferma Marchesin. «Vincere un premio dà gioia e fa stare bene. Con questa iniziativa riusciamo a regalare sorrisi e a far dimenticare gli acciacchi, almeno per un po’: questo ci gratifica molto», rivela. Per gestire e controllare la quantità di punti raccolti, la farmacia si affida ad un totem, un’apparecchiatura elettronica installata nel negozio nella quale il cliente, dopo aver fatto gli acquisti, inserisce la propria tessera magnetica ed ottiene il saldo punti aggiornato e, nel caso della lotteria, la comunicazione sull’esito del concorso. Ogni cinquanta centesimi di spesa effettuata si guadagna un punto e nelle giornate di giovedì i punti sono raddoppiati. La farmacia Centrale, che è la più antica di Cologna e risale al 1800, è una delle pochissime nella nostra provincia ad essere entrata nel circuito «Uniclub». «Abbiamo aderito anche per gli scopi sociali insiti in questo programma. Infatti, grazie alle promozioni speciali, viene donata ogni anno una cospicua parte degli incassi alla ricerca di Telethon», conclude Marchesin. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Paola Bosaro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1