CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.02.2018

Appello per sostituire la caldaia e le poltroncine

Il teatro «Contardo Ferrini»
Il teatro «Contardo Ferrini»

Appello per la manutenzione della caldaia del cinema parrocchiale «Ferrini» di Cologna. Il Comitato di gestione del teatro parrocchiale coinvolge cittadini ed appassionati di cinema nella campagna di sensibilizzazione chiamata «Sos caldaia», apparsa nei giorni scorsi su Facebook. La caldaia che fornisce il riscaldamento alla sala teatrale di via Papesso mostra ormai i segni dell’età, anche se è ancora funzionante. A volte capita che vada in blocco o che la pressione si alzi eccessivamente, provocando perdite d’acqua. «Abbiamo fatto eseguire un intervento di tamponamento e per queste settimane di fine inverno dovrebbe fare il suo lavoro senza problemi», spiega Viviana Marcati, una delle volontarie del Comitato che gestisce il teatro. «Il problema si porrà invece per la prossima stagione». Sembra proprio che il 2018 non sia l’anno fortunato per le caldaie della parrocchia di Cologna, visto che a breve nel duomo di Santa Maria Nascente partiranno i lavori di sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento: Il costo è di quasi 200mila euro. La caldaia del «Ferrini» è più recente di quella del duomo. È alimentata a metano e ha un bruciatore che funziona bene, il problema è piuttosto il corpo macchina, che andrebbe cambiato. Per questo il Comitato di gestione chiede alla popolazione la disponibilità ad offrire una caldaia, anche usata ma in buone condizioni o, in alternativa, avrebbe bisogno dell’intervento di un idraulico che possa fornire pezzi di ricambio. Il Comitato di gestione del «Ferrini», infatti, non può permettersi ora di finanziare l’acquisto di una nuova macchina termica perché è impegnato nella raccolta fondi per la sostituzione delle 350 poltroncine del cinema, ormai usurate. Il costo complessivo, che comprende anche la sistemazione della pavimentazione è di 49mila euro. Da tempo i volontari stanno accantonando i soldi, tuttavia non hanno ancora raggiunto la cifra necessaria. Anche perché quattro anni fa hanno acquistato il sistema di proiezione digitale, costato oltre 50mila euro. Pertanto, anche per le poltroncine, i volontari del «Ferrini» si appellano alla generosità di sponsor, enti e privati che abbiano a cuore il cinema parrocchiale.

P.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1