CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.12.2017

Vola con il furgone in un campo, fugge e viene sanzionato

L’auto della Polstrada
L’auto della Polstrada

Stefano Nicoli Ha perso il controllo del furgone con il quale aveva appena superato il centro abitato di Asparetto, è finito fuori strada ed è volato in un campo che fiancheggia la Provinciale 2. Ma anziché attendere i soccorsi, come avviene solitamente in questi casi, tanto più dopo un impatto violentissimo in cui il mezzo è andato praticamente distrutto e lui avrà con tutta probabilità riportato qualche ferita, ha pensato bene di dileguarsi. E di abbandonare, come se nulla fosse, il suo Peugeot Ranch sull’appezzamento in cui era appena atterrato. Una scena parsa subito strana ai conducenti in transito l’altra sera, intorno alle 20, nella frazione di Cerea, che hanno dato l’allarme alla centrale operativa della Polizia stradale. Tuttavia, K.G., un cittadino marocchino di 34 anni, residente a Bovolone, a cui è intestato il veicolo, aveva i suoi buoni motivi per far perdere le sue tracce prima dell’arrivo della pattuglia. Forse con la complicità di qualche amico o di un familiare che è venuto a prelevarlo e gli ha dato un passaggio verso casa. Il furgone, come hanno accertato più tardi gli agenti della Polstrada di Legnago intervenuti sul posto per i rilievi, non solo era privo di assicurazione. Ma era pure sprovvisto di revisione. Due violazioni che costeranno ugualmente care al 34enne, senza contare gli ingenti danni riportati dal mezzo che nell’urto ha perso addirittura una portiera. K.G. dovrà infatti aprire il portafoglio e pagare due sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre mille euro. Ieri, l’uomo era ancora irreperibile a casa, come se si fosse volatilizzato. Così come si sono rivelati vani i tentativi, da parte dei poliziotti, di rintracciarlo negli ospedali della zona, in particolare quelli di Legnago e Bovolone, ai quali avrebbe potuto rivolgersi dopo l’incidente. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1