CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.09.2018

Una scintilla provoca un rogo nel mobilificio

L’intervento dei pompieri  al silos del mobilificio Delta a Cerea DIENNE
L’intervento dei pompieri al silos del mobilificio Delta a Cerea DIENNE

È bastata una scintilla, scoppiata durante il taglio di un pezzo di legno particolarmente duro, per far scoppiare un incendio nel silos del mobilificio Delta snc in via Brunelleschi ad Asparetto di Cerea. L’incidente si è verificato ieri poco prima di mezzogiorno. Sul posto sono intervenuti nel giro di dieci minuti i vigili del fuoco che hanno lavorato fino alle prima ore del pomeriggio. Il rogo ha attinto alcuni trucioli, scarti della produzione del mobilificio che però, erano presenti in quantità ridotte nel silos. I danni, fanno sapere dalla società, non sarebbero comunque ingenti ma bisogna attendere la loro valutazione nei prossimi giorni. Il lavoro dei vigili del fuoco si è protratto nel pomeriggio proprio per evitare qualsiasi possibilità di riaccensione dell’incendio. Il silos, quindi, è stato svuotato grazie all’operato dei vigili del fuoco. Durante le prime fasi dell’incendio, fanno sapere dall’azienda di via Brunelleschi ad Asparetto, tutto è funzionato alla perfezione. Prima è scattato l’allarme dell’avvio dell’incendio e subito dopo sono scattate le valvole che hanno aperto l’impianto d’acqua nel silos. Si è evitato così sul nascere che l’incendio si propagasse anche in altre parti della fabbrica con un aumento notevole di danni e disagi alla produzione. Si tratta di un impianto che scatta automaticamente una volta che i sensori hanno colto i primi segnali di surriscaldamento dell’ambiente. «È il primo incendio in azienda in quarant’anni di attività», è il commento amaro nel mobilificio di Cerea. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1