CHIUDI
CHIUDI

13.12.2018

Tenta di rubare un’Audi e delle scarpe, arrestato

I carabinieri di Cerea hanno arrestato un trentatreenne per furto
I carabinieri di Cerea hanno arrestato un trentatreenne per furto

Un paio di scarpe nuove in bellavista e un’auto accesa vicino a lui: E.H.Z., 33 anni, cittadino marocchino senza fissa dimora, irregolarmente in Italia e senza documenti. Il trentatreenne ha subito agguantato le scarpe che un agente immobiliare aveva momentaneamente appoggiato davanti all’agenzia dove lavora, in via Firenze, e intanto che c’era si è infilato nella macchina, un’Audi Q5, parcheggiata col motore acceso da un’altra persona. Due «colpi» che E.H.Z. avrebbe portato a termine, vista la disponibilità, apparente, delle scarpe e della macchina, se non che i proprietari del bottino si sono accorti di quanto stava accadendo e l’immigrato perciò ha spento il motore, si è intascato le chiavi ed ha iniziato a fuggire a piedi da via Firenze. Una corsa durata poco: l’automobilista ha raggiunto il trentatreenne e cercato di trattenerlo. Costui, naturalmente, si è divincolato ma non solo: vistosi perso, ha cominciato a spingere e a strattonare il derubato. La faccenda poteva degenerare, insomma, ma in quegli istanti è arrivata la pattuglia dei carabinieri della stazione di Cerea, intervenuta su allarme di quanti avevano visto l’accaduto in via Firenze. I militari dell’Arma si sono intromessi tra l’automobilista e il magrebino ma anch’essi hanno ricevuto lo stesso trattamento di spinte e strattoni, ma in una manciata di secondi lo hanno immobilizzato e arrestato per furto aggravato e per violenza e resistenza. E.H.Z. è stato portato dapprima nella caserma di Cerea e poi in cella di sicurezza al comando di Legnago. Ieri mattina è stato processato: l’arresto è stato convalidato. L’uomo ha patteggiato un anno, pena sospesa. •

D.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1