CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.01.2018

Profughi, il sindaco incontra i residenti

La casa di via Cadabese dove da venerdì sera sono ospitati i 25 profughi inviati ad Asparetto DIENNEFOTO
La casa di via Cadabese dove da venerdì sera sono ospitati i 25 profughi inviati ad Asparetto DIENNEFOTO

L'opposizione consiliare di Cerea chiederà alla maggioranza del sindaco Marco Franzoni di convocare un consiglio comunale straordinario per discutere dei 25 profughi arrivati nella frazione di Asparetto. Da venerdì scorso, i richiedenti asilo vivono in un'abitazione di via Cadabese. L'immobile, trasformato in un Centro d’accoglienza straordinario (Cas), è stato acquistato da una cooperativa che ha sede a Vercelli, in Piemonte. «Ritengo sia giusto parlare di questo argomento anche in consiglio comunale», osserva il consigliere di Forza Italia Paolo Marconcini, promotore dell’iniziativa. Dal canto suo, il sindaco fa sapere che, «se arriverà questa istanza, chiederò di trasformarla in un ordine del giorno che sarà discusso nel primo Consiglio utile». Nel frattempo, l’altra sera, la maggioranza ha incontrato nel teatro di Asparetto i residenti della frazione per ribadire la sua contrarietà alle politiche d’accoglienza messe in atto dal Governo. «Non ho nemmeno avuto il tempo di informare adeguatamente la cittadinanza», si è lamentato Franzoni. «Giovedì pomeriggio», ha proseguito, «dalla Prefettura ci hanno detto che sarebbero arrivati 25 profughi e la mattina dopo è pervenuta la telefonata per comunicarci che sarebbero stati qui». All'assemblea, a cui hanno partecipato circa 200 persone, erano presenti anche il senatore della Lega nord Paolo Tosato, il sindaco di Concamarise Cristiano Zuliani e quello di Sanguinetto Alessandro Braga. Ora, a Cerea, sono presenti 45 profughi. Ieri Franzoni si è recato in via Cadabese, dove ha girato un filmato postato sulla sua pagina Facebook. Nel video il sindaco ha sottolineato la volontà «di non voler creare allarmismo» per poi puntare il dito «contro la gestione delle politiche migratorie in Italia». • F.S.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1