CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.12.2017

Percosse alla sua ex Arrestato e rilasciato

Carabinieri del Radiomobile
Carabinieri del Radiomobile

Ennesimo caso di violenza su una donna da parte di un ex che non si dà pace di essere stato lasciato. Per la terza volta in quest’anno, mercoledì i carabinieri sono dovuti ancora una volta intervenire per i litigi di S.Y., 25 anni, operaio di San Bonifacio, con la sua ex fidanzata e stavolta, come in un crescendo, la faccenda stava però per prendere una brutta piega. Fortuna vuole che quando l’uomo è tornato indietro, forse per sorprendere la donna fuori casa, i carabinieri del Radiomobile di Legnago erano già lì, arrivati su chiamata di lei. Ciò non ha impedito, purtroppo, all’uomo di scagliarsi contro la signora che stava parlando con i militari e di sferrarle un pugno ed una sberla in volto. Così S.Y. è stato bloccato e arrestato. Processato ieri mattina per direttissima, il venticinquenne ha patteggiato sei mesi, pena sospesa. Verso le 16 di mercoledì, dunque, la donna, 40 anni, si è vista costretta a chiudersi in casa a chiave perché il suo ex aveva sfondato la porta d’ingresso del condominio in centro a Cerea dove abita e stava per abbattersi anche su quella del suo appartamento. Spaventata, la donna ha allertato i carabinieri che sono corsi subito in suo aiuto. La signora è uscita e si è fermata con i militari per denunciare l’accaduto. Pochi minuti più tardi, l’uomo è tornato sui suoi passi, ha visto la sua ex ed è riuscito a tirarle un pugno ed una sberla in volto. Ferita, pure se lievemente, l’aggredita non è andata al pronto soccorso per farsi curare. Quando i carabinieri, sotto il comando di Roberto Zanolli, gli si sono buttati addosso per bloccarlo, S.Y. ha inferto loro calci e pugni finché non sono scattate le manette, l’arresto per violazione di domicilio, danneggiamento aggravato, percosse, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ma ora è in libertà. • D.A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1