CHIUDI
CHIUDI

20.12.2018

Il sindaco si tessera con la Lega Nuovi assetti politici nella Bassa

Il sindaco Marco Franzoni si è tesserato con la Lega nord
Il sindaco Marco Franzoni si è tesserato con la Lega nord

Il sindaco Marco Franzoni entra ufficialmente a far parte della Lega nord. Ad un anno e mezzo dalla sua elezione a primo cittadino di Cerea, il 44enne consulente finanziario, eletto in una coalizione di centrodestra che riuniva, oltre al Carroccio, una lista civica e rappresentanti di Fratelli d’Italia e Progetto nazionale, ha deciso di tesserarsi con il movimento di Matteo Salvini. La presentazione è avvenuta venerdì scorso, in un bar del centro. A fare gli onori di casa era presente il segretario della sezione ceretana e presidente del consiglio comunale Marco Modenese con lui alcuni big del Carroccio veronese e non solo. Tra questi, numerosi sindaci della zona, i deputati Paolo Paternoster e Vito Comencini, il consigliere regionale Alessandro Montagnoli e il segretario della settima circoscrizione Maurizio De Lorenzi, mentre alla cena successiva all’incontro, tenutasi in un agriturismo della zona, si è aggiunta l’assessore regionale Elisa De Berti. «Siamo felici di accogliere il nostro sindaco all’interno della Lega», ha esordito Modenese che è a capo di una sezione composta da cinque militanti e oltre 50 sostenitori. «Avere il sindaco di una città importante come Cerea è sicuramente importante», ha aggiunto De Lorenzi nel ricordare che, oltre a Franzoni, anche altri due membri della maggioranza, l’assessore Stefano Brendaglia e il consigliere Stefano Saggioro, hanno deciso di tesserarsi. «Qualche anno fa a Cerea c’era il deserto, una situazione devestante», ha ricordato Paternoster, che nel 2012, quando era segretario provinciale del Carroccio, si era trovato a far fronte ad una dura battaglia interna a varie correnti leghiste ceretane. Tanto che alle elezioni non venne nemmeno presentato il simbolo. «Ora a Cerea è presente una maggioranza che è quasi un monocolore leghista», ha osservato Montagnoli, «Franzoni è una persona seria, capace, il suo ingresso farà bene alla Lega». Franzoni, dopo aver ricordato il suo percorso politico - iniziato a 20 anni e proseguito con l’iscrizione ad Alleanza nazionale per 14 anni fino alla disgregazione nel 2009 del partito confluito nel Popolo della Libertà - ha spiegato le ragioni del suo ingresso nella Lega. «Sono un uomo di centrodestra e credo fermamente nel Tricolore e nella patria», ha esordito il sindaco. «Ora che la Lega ha spostato la sua battaglia federalista ad un livello che non intacca l’unità dell’Italia», ha proseguito, «non c’è motivo per cui io non debba entrare a far parte di questo gruppo in cui si rispecchiano tutte le altre battaglie e i valori del centrodestra». L’ingresso del sindaco nel Carroccio non altererà gli equilibri della maggioranza. «La mia è stata una scelta personale», ha sottolineato il sindaco, «dal punto di vista politico i rapporti con i consiglieri della mia squadra erano ottimi e continueranno ad esserlo». Con la salita del sindaco sul Carroccio, nella pianura veronese sono sempre di più i sindaci leghisti, tra cui quelli di Casaleone e Sanguinetto, e chissà che questo non possa facilitare il dialogo in tema di fusioni. «La fusione con un altro Comune è un argomento interessante su cui si possono fare riflessioni con gli altri municipi», ha affermato Franzoni, «ma prima di tutto va coinvolta la gente, non deve essere una scelta calata dall’alto». Con importanti elezioni all’orizzonte, le Europee nel 2019 e le regionali nel 2020, il tesseramento di Franzoni potrebbe sfociare in futuro in una candidatura di peso. •

Francesco Scuderi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1