CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.01.2018

«Cari residenti fate shopping in città» Adesivo salva commercio in 200 attività

L’ adesivo distribuito dal Comune ai commercianti sulla vetrina di un negozio cittadino DIENNEFOTO
L’ adesivo distribuito dal Comune ai commercianti sulla vetrina di un negozio cittadino DIENNEFOTO

Il Comune di Cerea promuove una campagna di sensibilizzazione a difesa dei piccoli negozi del territorio, messi alle strette dai centri commerciali e dai colossi dell’acquisto online. Un adesivo affisso alla vetrina dei vari esercizi, con impressa la scritta «Acquista a Cerea», sicuramente non sarà la soluzione a tutti i problemi economici con cui convivono ogni giorno botteghe e negozi di vicinato, spesso a gestione familiare, della città del mobile. I quali devono misurarsi con una concorrenza che, con il passare dei decenni e l’evoluzione del commercio, è diventata sempre più agguerrita. Ma potrebbe forse convincere qualche residente in più a servirsi dei negozi sotto casa, anziché spostarsi per fare acquisti in altri centri del Veronese o delle province limitrofe di Mantova e Rovigo. Contribuendo così a risollevare le sorti dell’economia locale. Per questo motivo, l’amministrazione comunale ha acquistato 200 adesivi e ne ha già consegnati la metà agli esercizi commerciali del centro allo scopo di invogliare i ceretani a fare shopping negli esercizi commerciali della città in cui vivono. «Abbiamo iniziato dal capoluogo», esordisce l’assessore allo Sviluppo economico Matteo Lanza, «ma, prossimamente, contiamo di allargare l’iniziativa anche alle attività presenti nelle frazioni, che sono alle prese con gli stessi problemi lamentati nel capoluogo». «In queste settimane», prosegue Lanza, «mi sono recato personalmente dai proprietari o gestori di negozi per presentare l’iniziativa in questione. È stata un’ottima occasione per aggiornare il database comunale con i numeri di telefono e gli indirizzi mail degli esercizi che abbiamo già iniziato a coinvolgere nell’organizzazione di eventi promozionali e manifestazioni». Il Comune, in questo modo, diventa capofila di quell’attività che un tempo era gestita dall’associazione di commercianti «Cerea in Vetrina», oggi chiusa e sostituita da «Cerea Party»: associazione di cui però fanno parte per lo più i bar cittadini. «I titolari hanno dimostrato di apprezzare l’impegno che il Comune sta mettendo in atto per sostenere le loro esigenze tanto più in questo periodo critico per il settore», assicura Lanza. Si dimostra soddisfatto del progetto anche il sindaco Marco Franzoni, che precisa: «Non si tratta, è bene precisare, di una campagna che va contro il libero mercato, sarebbe impensabile. Si tratta semplicemente di un’azione messa in atto per invogliare la nostra comunità ad acquistare a Cerea, aiutando così i negozianti che spesso fondano tutta la loro attività sul rapporto umano e professionale con la clientela. Ci auguriamo che sortisca il risultato sperato». F.S.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1