CHIUDI
CHIUDI

28.09.2017

«Villafontana avrà
le nuove elementari»

Il circolo Noi parrocchiale dove sono sistemati gli alunni DIENNE FOTO
Il circolo Noi parrocchiale dove sono sistemati gli alunni DIENNE FOTO

Villafontana continuerà ad avere una sua scuola elementare, nonostante il vecchio stabile, del 1926, non sia antisismico e quindi inagibile. La delegazione di genitori degli alunni della frazione divisa in tre comuni - oltre che da Bovolone, anche da Oppeano e Isola della Scala - che lunedì era in municipio, ha accolto applaudendo l’impegno dell’amministrazione nel garantire il regolare inizio delle lezioni ai 107 alunni, grazie a una convenzione con la parrocchia. Applaudito anche - e soprattutto - l’impegno che si è preso il Comune di costruire una nuova scuola, in futuro: è stata infatti approvata all’unanimità la mozione presentata dalle minoranze (M5S) per un nuovo istituto. La stessa Giunta era già orientata in questo senso e il sindaco Emilietto Mirandola ha letto l’invito spedito agli altri due sindaci per una prima riunione, il 3 ottobre, per esaminare possibili soluzioni.

Prima di tutto però è stato necessario approvare la convenzione fra i tre Comuni e la parrocchia per garantire la disponibilità «parziale e temporanea» dei locali del Circolo Noi. Il punto è passato con l’astensione di Pd, lista civica Progetto Bovolone e M5S; la Lega Nord ha votato contro giudicando l’operazione «pasticciata». A seguire i lavori in sala civica c’era il sindaco di Oppeano, Pietro Luigi Giarretta, e il parroco don Silvio, accompagnato dall’architetto Emanuele Di Pietro che ha redatto il progetto di ampliamento dell’immobile per adeguare la struttura rendendola idonea ad accogliere le elementari. Di Pietro ha illustrato i lavori, a carico della parrocchia, di un’aula adiacente alla palestra, che sarà realizzato entro 3 mesi, salvo complicazioni. In attesa dell’opera, una delle classi ha trovato posto in una stanza sopra all’asilo, isolata rispetto le altre classi, il che ha posto qualche problema nell’organizzare la sorveglianza che sarà affida, in parte, al personale della coop che gestisce l’asilo e in parte agli stessi genitori che si sono offerti volontari.

Le opposizioni, comunque, malgrado i plausi dei genitori, hanno sollevato perplessità sulla regolarità delle aule che hanno ospitato tre classi della medie fino al 1994, senza alcun intervento. Paolo Vangelista (Lista Progetto Bovolone), in particolare, ha sottolineato che, per andare in bagno, gli alunni devono passare da una classe, disturbando la lezione. A questo proposito l’assessore all’istruzione Nadia Cortiana intende risolvere il problema creando un passaggio protetto con un separé.

Per l’immobile parrocchiale di 500 metri quadri, le tre amministrazioni pagheranno 25 mila euro all’anno, somma ripartita in proporzione agli alunni. La convenzione durerà un anno, rinnovabile. Il canone sarà a carico del Comune di Bovolone per il 49.5 per cento, cioé 12.225 euro, mentre 11.600 sono a carico di Oppeano e il resto a Isola della Scala.

Il sindaco Mirandola ha voluto fugare l’accusa che ci sia l’intenzione non dichiarata di spostare gli alunni nel capoluogo, impegnandosi «a mantenere la scuola a Villafontana». Molto soddisfatti nei banchi dell’opposizione i consiglieri del M5S, Enrico Scipolo e Lorenza Montagnoli, che hanno visto passare la loro mozione sulla scuola che fu bocciata non più tardi di un anno fa.

Roberto Massagrande
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1