CHIUDI
CHIUDI

07.01.2019

Senatore e due sindaci re Magi nel presepe

Maria, Giuseppe, il bambin Gesù e gli angioletti accolgono i tre speciali re MagiDa sinistra Zuliani (Baldassarre), Corrà (Melchiorre) e Mirandola (Gasparre)  DIENNEFOTO
Maria, Giuseppe, il bambin Gesù e gli angioletti accolgono i tre speciali re MagiDa sinistra Zuliani (Baldassarre), Corrà (Melchiorre) e Mirandola (Gasparre) DIENNEFOTO

L’arrivo dei re Magi si è ripetuto ieri durante il Presepe Vissuto allestito alla Pieve di San Zuane, in località Campagne. I tre sindaci di Bovolone, Salizzole e Concamarise - ma sarebbe più giusto dire i due sindaci e un senatore della Repubblica dal momento che in marzo Cristiano Zuliani, alla guida di Concamarise, è risultato eletto in Parlamento nella lista della Lega - hanno mantenuto fede a una radicata consuetudine. Si tratta di una norma non scritta ma non per questo meno vincolante, e si sono presentati puntuali indossando sfarzosi costumi da Re Magi procurati dall’organizzazione che all’entrata offre costumi per tutti i visitatori. Costumi sfarzosi che hanno sostituito le tuniche che i sindaci indossavano nella prima edizione, quando accettarono la sfida degli organizzatori lanciata subito dopo il taglio del nastro di inaugurazione del Presepe Vissuto, il giorno di Natale di nove anni fa. Nel tempo la parte del re magio moro Baldassarre è stata interpretata dal sindaco leghista di Concamarise, oggi il parlamentare Cristiano Zuliani, riconoscibile ieri sera per il trucco che ne anneriva il viso. Zuliani ha fatto suo questo ruolo ormai tre anni fa per chiudere una stagione di polemiche mediatiche sollevate da alcune sue battute su immigrati e rom. Tema ancora al centro del dibattito politico. Al suo fianco, nelle vesti di Melchiorre, il sindaco di Salizzole Mirko Corrà e nei panni di Gasparre il sindaco Emilietto Mirandola. Non ha potuto partecipare per un impedimento il presidente della Provincia Manuel Scalzotto, del quale si è fatto portavoce il sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola portandone i saluti. Nella chiesetta di San Giovanni Battista stipata di fedeli, i re Magi attorniati da angioletti e davanti a un coro di voci bianche che intonava canti natalizi sono stati accolti dal presidente onorario dei volontari del Presepio Vissuto Francesco De Guidi e dal nuovo parroco di Bovolone don Cristiano Tezza. «Sono un po’ come i pastori, stupito di quello che ho trovato qui», ha esordito don Cristiano, «questa festa con i re magi ci ricorda che Dio accoglie tutti, questo posto ci ricorda l’importanza di vivere insieme in una fraternità universale». Poi è toccato ai sindaci: «La nostra presenza qui, in questo simbolo di cristianità credo debba continuare», ha rimarcato Mirandola. Corrà ha aggiunto: «Mi avvicino volentieri a questa bella comunità che ha messo insieme tanta gente e tanta fede, siamo qui per testimoniare anche l’importanza nel territorio della bassa veronese». Infine il senatore Zuliani ha concluso: «Il presepe è un simbolo di pace e per noi anche di coesione territoriale, questi anni hanno contribuito a rendere più unito il nostro territorio, questo ci dà buone speranze, è una collaborazione che può essere terreno fertile per nuove iniziative in futuro». All’uscita dalla chiesetta, i re Magi sono stati affidati alla scorta di guardie pretoriane, armate di lance e scudi; il corteo ha attraversato il presepe facendo tappa nel castello del re Erode per la firma del censimento. Arrivati alla capanna della Natività hanno trovato Maria e Giuseppe, una coppia di giovani sposi del posto con il loro bambino, un neonato di un paio di mesi, tenuto buono nell’attesa dei doni dei re Magi con una sana poppata. Al momento del congedo due dei tre protagonisti, i sindaci Corrà e Zuliani, non hanno potuto salutare tutti con un arrivederci, sono infatti arrivati al termine del loro secondo mandato e non potranno quindi essere rieletti a maggio. Ha confermato invece la sua presenza il sindaco Emilietto Mirandola, che rimarrà in carica fino alla primavera del 2021. Ora la corsa alla ricerca dei nuovi sindaci pronti a impersonare i re Magi è aperta. •

Roberto Massagrande
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1