CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.12.2017

Polo sportivo per i motori Prima ipotesi di riutilizzo

L’ex base aeronautica
L’ex base aeronautica

Ex base militare di Bovolone, trapela la prima ipotesi di utilizzo. Ossia quella di trasformare l’area in un polo sportivo dedicato al mondo dei motori, dove potrebbe trovare posto una pista da motocross e anche un circuito per le prove a cronometro delle auto, gare quest’ultime ospitate solitamente nella zona industriale della città del mobile. Per ora si tratta solo di un’ipotesi che, soprattutto quella della pista da cross, «andrebbe però attentamente valutata». Ad esprimersi in questo senso è l’assessore all’Urbanistica Claudio Casagrande dopo averne fatto esplicitamente cenno nell’ultimo consiglio comunale. «Dobbiamo in primo luogo definire la destinazione che si vuole assegnare al recupero e alla riqualificazione dell’ex base militare», ha sottolineato Casagrande dopo l’assemblea puntualizzando il suo pensiero. «Inoltre», ha aggiunto, «dovranno essere fatte ulteriori verifiche progettuali e considerazioni economiche specifiche anche con i gestori attuali dell’attività sportiva. Se l’area diventasse, almeno in parte, un ulteriore polo sportivo dedicato anche ai motori, ritengo che l’ipotesi possa ritenersi interessante». Ad offrire l’occasione per parlare della competizione sulle due ruote è stata la recente adozione del Piano acustico (vedi articolo a lato). A sollevare la questione dell’eco dei potenti e rumorosi motori a due e quattro tempi delle moto da cross, che si sentono in via Peagni, in un terreno ai margini del Parco Valle del Menago, sono stati i consiglieri del M5S, Lorenza Montagnoli ed Enrico Scipolo, nel dibattito che ha preceduto il voto sul provvedimento. Qualora la pista rimanesse dove si trova andrebbero infatti realizzate delle barriere acustiche, naturali o prefabbricate, per mitigare la rumorosità. «La volontà dell’amministrazione», ha precisato l’assessore Casagrande, «è di far sì che l’attività della pista da cross possa continuare». Certo è che il nuovo investimento per le barriere acustiche, a carico dei gestori, l’Asd Motocross Bovolone, andrebbe a sommarsi a quelli realizzati finora per apportare varie migliorie e renderebbe più remota l’ipotesi di un trasferimento. RO.MA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1