CHIUDI
CHIUDI

28.04.2016

Il M5S gioca d’anticipo
Svelata tutta la squadra

I candidati alla carica di consigliere della lista elettorale del M5S con al centro l’aspirante sindaco Lorenza Montagnoli
I candidati alla carica di consigliere della lista elettorale del M5S con al centro l’aspirante sindaco Lorenza Montagnoli

«Cominciamo a servirti». I candidati del Movimento 5 Stelle alle amministrative di Bovolone hanno mantenuto fede al loro slogan. E, lunedì scorso, si sono trasformati in camerieri portando in tavola il risotto a 150 simpatizzanti che hanno partecipato all’incontro di autofinanziamento e di presentazione della lista e del programma elettorale dei «grillini» ospitato al centro sociale della contrada Casella.

«Vieni a conoscerci, Lorenza Montagnoli (candidato sindaco) e gli altri attivisti ti serviranno una risottata ed avrai modo di scoprire chi siamo e cosa vogliamo fare», si leggeva nel volantino diffuso nei giorni scorsi in paese. E i promotori non hanno tradito le aspettative, alla presenza del consigliere regionale bovolonese Manuel Brusco e della deputata veronese Francesca Businarolo. Con questa mossa di chiaro valore simbolico, il M5S ha voluto mandare un segnale preciso: la volontà di mettersi a disposizione dei cittadini per servirli, cosa che farà anche qualora dovesse spuntarla nella tornata elettorale di giugno. Gli attivisti pentastellati hanno deciso di giocare d’anticipo sulle altre cinque liste in corsa per la conquista del municipio, rendendo noti i nomi di tutti i candidati alla carica di consigliere. E lo hanno fatto introducendo una novità per la vita amministrativa locale: ogni candidato ha infatti prodotto il certificato rilasciato dal Tribunale di Verona che attesta l'assenza di procedimenti penali a loro carico. Il costo della certificazione giudiziaria in marca da bollo è stato di 640 euro. «Una spesa totalmente autofinanziata», hanno precisato gli organizzatori nel volantino, «che gli altri partiti sicuramente non affrontano».

Durante la serata i candidati sono stati presentati uno ad uno, ecco i loro nomi: Lorenza Montagnoli (candidato sindaco), 41 anni, architetto; Enrico Scipolo, 41 anni, ingegnere; Gianni Bertolini, 34 anni, idraulico; Michele Perazzani, 42 anni, assistente sociale; Barbara Businaro, 35 anni, impiegata; Filippo Ballabene, 43 anni, agente di commercio; Roberto Prati, 46 anni, decoratore edile; Renzo Pizzoli, 65 anni, pensionato ex artigiano; Sara Bianchini, 42 anni, istruttrice sportiva; Ezio Nardantonio, 50 anni, dipendente statale; Osanna Ferrari, 42 anni, commerciante; Giuliana Leati, 33 anni, impiegata; Maurizio Di Catterina, 49 anni, imprenditore; Federico Guerrini, 38 anni, elettricista; Francesca Bertolini, 43 anni, commessa; Serenella Casini, 34 anni, marketing manager; Claudio Antonioli, 50 anni, medico.

Sono stati illustrati anche i punti principali del programma, «che è il frutto dell'ascolto delle associazioni e dei cittadini»: la sicurezza, la viabilità, la mobilità, il lavoro, la sanità, la cultura, i giovani, l'ambiente, la partecipazione, lo sport e la scuola. Al termine della cena, il M5S ha reso pubblico quanto raccolto grazie al contributo libero di chi ha partecipato - 891 euro - «in segno di trasparenza ed onestà, punti cardine della politica di questo gruppo». Il prossimo appuntamento sarà il 30 aprile al centro sociale Caltrane-Canton.

Roberto Massagrande
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1