CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.12.2018

Il Consiglio rinuncia alla minerale Ora si berrà l’«acqua del sindaco»

Caraffa consegnata al Comune
Caraffa consegnata al Comune

Maggioranza e opposizione berranno, in consiglio comunale a Bovolone, l’«acqua del sindaco». A partire dall’ultima seduta consiliare, dai banchi dell’assemblea civica sono sparite le tradizionale bottigliette di plastica usa e getta per far posto alle caraffe in vetro, con il logo di Acque Veronesi, la società che gestisce la rete idrica pubblica, stampigliato sul fianco, e riempite con l’acqua del rubinetto. Bovolone è il primo Comune ad aver aderito all’appello di Acque Veronesi anticipando molte altre amministrazioni locali. Presto la novità verrà estesa possibilmente in ogni paese: il tutto rientra in una serie di iniziative finalizzate a contrastare l’abuso della plastica promosse dal ministero dell’Ambiente e attuate da Acque Veronesi. La società consortile ha iniziato infatti una campagna d’informazione con lo scopo di favorire appunto il consumo dell’«acqua del sindaco» e la conseguente riduzione dell’utilizzo di bottiglie in plastica usa e getta. «L’obiettivo che ci siamo prefissi», afferma Dario Tinazzi, responsabile Comunicazione e marketing della società, «è di veicolare sul territorio idee e proposte concrete per un consumo sostenibile dell’acqua e per favorire l’adozione di comportamenti sostenibili». «Diamo noi per primi il buon esempio»: questo lo slogan da adottare. Per questo motivo, ai Comuni vengono fornite delle caraffe in vetro da utilizzare nel corso dei consigli comunali e di assemblee pubbliche. Acque Veronesi dopo aver aderito al progetto «Plastic Free» proposto dal ministero dell’Ambiente ha intrapreso anche altre azioni per disincentivare l’utilizzo della plastica usa e getta come ad esempio la distribuzione di piccole borracce in alluminio come contenitori riutilizzabili sul luogo di lavoro. Si punta ora ad eliminare anche i bicchieri di plastica. •

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1