CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.03.2017

Furto all’alberghiero
Arrestato un 29enne

La scuola alberghiera svaligiata
La scuola alberghiera svaligiata

Il ladruncolo che ha svaligiato le scuole di Bovolone è già stato smascherato. Giovedì notte, i carabinieri della stazione locale coordinati dal maresciallo Antonio Bortolozzo lo hanno infatti colto in flagrante ed arrestato mentre era all’opera nella sede staccata della scuola alberghiera «Don Calabria», in piazzale Donatori di sangue. Il giovane, un italiano classe 1988, vi si era introdotto scassinando la porta di entrata per poi forzare i distributori automatici di bevande e merendine ed appropriarsi dell’incasso. Nell’incursione aveva trafugato anche alcuni computer. Tuttavia, è stato colto con le mani nel sacco grazie all’antifurto installato nell’edificio, dal quale è partita subito la segnalazione. Sul posto sono arrivati in pochi minuti i militari della caserma locale, che hanno fermato l’intruso e recuperato la refurtiva. Si tratta di R.M., un 29enne residente in città, che ha trascorso così la notte in camera di sicurezza in attesa di essere trasferito il giorno successivo in tribunale a Verona, dove l’arresto è stato convalidato. L’udienza è stata poi rinviata a maggio con liberazione dell’imputato.

Anche gli altri due furti, avvenuti negli ultimi 10 giorni ai danni delle scuole medie «Franco Cappa» e delle elementari «Scipioni», potrebbero essere riconducibili allo stesso soggetto, stante il medesimo modus operandi e l’identico bottino. Tra le tante analogie, oltre all’accanimento sulle macchinette del caffé e delle merendine, c’è anche il furto di personal computer. Gli inquirenti stanno lavorando perciò su questa pista per cercare di risalire anche al responsabile delle altre razzie nelle scuole, che hanno allarmato il paese e gli amministratori. Tanto che se ne era discusso anche nell’ultimo consiglio comunale. Durante la seduta, l’assessore Orfeo Pozzani aveva manifestato la volontà della Giunta di dotare i plessi svaligiati di allarme. RO.MA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok