CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.11.2017

Due rilevatori filmeranno chi non rispetterà il rosso

Il semaforo di Villafontana
Il semaforo di Villafontana

Telecamere accese 24 ore su 24 per immortalare chi passerà con il rosso nel centro di Villafontana. Tutto ciò grazie ad un accordo tra i Comuni di Bovolone ed Oppeano. L’impianto semaforico verrà innanzitutto ammodernato con nuove lampadine a led, più luminose e quindi più visibili al buio, con la nebbia o con il sole accecante. Quindi, entro la fine dell’anno, verrà installato, e segnalato da appositi cartelli, un doppio sistema di rilevamento delle infrazioni, uno per senso di marcia, sulla provinciale Verona-Legnago. Dopo di che, nessuno avrà la speranza di farla franca oltrepassando la linea bianca prima del verde: automobilisti, ma soprattutto motociclisti, sono perciò avvisati. Le sanzioni previste dal codice della strada per l’attraversamento con il rosso oscillano da 163 a 652 euro, con decurtazione di sei punti dalla patente. Una violazione che, se ripetuta una seconda volta nell’arco di due anni, prevede inoltre la sospensione della patente. Ciascuno dei due impianti a noleggio (uno per Comune) – denominati «Parvc» (Project Automation Red Violation Control) - sarà in grado di scattare otto fotografie e di registrare un video di ogni mezzo che attraverserà l’incrocio dopo aver oltrepassato la linea d’arresto con il semaforo rosso. Sul sito della Polizia locale, i trasgressori potranno vedere due delle fotografie scattate al proprio veicolo. L’incrocio era stato segnalato più volte dai residenti di Villafontana come potenzialmente pericoloso soprattutto per pedoni e ciclisti a causa del traffico, anche pesante, che insiste su quel tratto di strada. «L’intervento», afferma Emilietto Mirandola, sindaco di Bovolone, ha previsto un miglioramento dell’impianto luci del semaforo, in modo da garantire una visibilità eccellente. Un’accortezza nei confronti di chi è alla guida, che chiarisce come il nostro obiettivo non siano tanto le sanzioni quanto impedire comportamenti pericolosi in un incrocio in centro paese frequentato da numerosi ciclisti e pedoni». «Abbiamo approvato l’intervento di sistemazione del semaforo», aggiunge il suo collega di Oppeano, Pierluigi Giaretta, «ritenendo quello tra le Provinciali 2 e 21 uno degli incroci più critici del territorio, anche alla luce dell’ingente traffico e del transito di molti mezzi pesanti». RO.MA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1